Metro C, l’allarme delle imprese: da domani in 3.000 senza lavoro

0
106
 

"Dopo le dichiarazioni di ieri del sindaco Marino e le rassicurazioni dirette dell’assessore Improta, siamo andati a dormire con la speranza che il buonsenso prevalesse rispetto alle posizioni estreme del General contractor e del Comune di Roma. Questa mattina ci siamo svegliati e siamo ricaduti nel baratro e nella disperazione. Tutto slitta, tutti vanno in vacanza. Ricordiamo a tutti che i cantieri della Metro C hanno sempre chiuso nei tre giorni di Ferragosto. L’impossibilità di lavorare ci ha obbligato a licenziare gli operai. Da domani 3.000 persone sono senza lavoro". Sono le parole di denuncia del portavoce del Comitato imprese affidatarie lavori metro C, Nicola Franco.

"Quello che non riusciamo a comprendere- aggiunge l’imprenditore- è quale motivazione tecnico-amministrativa impedisca di dare seguito a quanto disposto dal ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture e dalle precedenti amministrazioni comunali. Il vicepresidente del Senato (atto n. 4-00773), Maurizio Gasparri, ha presentato una interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture per conoscere le citate motivazioni".

Secondo il comitato "non si comprende perchè il sindaco Marino e l’assessore abbiano rimesso in discussione quanto disposto dal ministero (delibera Cipe) e giunta precedente, con l’estrema conseguenza della chiusura dei cantieri. In un momento così critico stiamo riordinando le idee, non possiamo abbassare la guardia: è a rischio la sopravvivenza di imprese e famiglie. Le banche ci chiedono il rientro dei fidi e l’impossibilità di anticipare le fatture dei lavori eseguiti a Metro C nel mese di luglio, creando ulteriore crisi finanziaria e costringendoci a non poter onorare le prossime scadenze".

Franco spiega poi che "stiamo contattando le associazioni di quartiere e dei negozianti per evidenziare i disagi dei cantieri fermi, chiediamo a tutti di sostenerci inviando una cartolina di protesta al sindaco Marino a piazza del Campidoglio, 1. Le imprese aderenti al Comitato stanno inoltre valutando una protesta estrema: portare tutti insieme i libri contabili in Tribunale. La situazione a questo punto è drammatica… E mentre in tanti si godranno giornate di ferie serene con le proprie famiglie, per 3.000 operai e 200 titolari di impresa inizierà un lungo calvario fatto di sofferenze e disperazione".

È SUCCESSO OGGI...

Blitz notturno all’inseguimento del pusher acrobata

Un pusher acrobata è finito in manette a seguito di indagini volte alla lotta al traffico di sostanze stupefacenti. Gli agenti della polizia di Stato del commissariato San Lorenzo avevano notato strani movimenti intorno a...

Il divino Otelma su Totti: «Smetterà di giocare. Potrebbe collaborare con me»

Il divino Otelma è intervenuto questa mattina ai microfoni di Ecg, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano. Sul futuro di Totti: "Smetterà di giocare. Potrebbe...

Rischio sfratti a via Catullo, il sindaco di Pomezia incontra gli inquilini

Il Sindaco di Pomezia Fabio Fucci ha incontrato questa mattina una delegazione delle 15 famiglie residenti a via Catullo su cui pende un’Ordinanza provvisoria di rilascio degli appartamenti del Tribunale di Velletri. “Ho rassicurato i...
Gonfalone-di-Monterotondo

Monterotondo, “l’ospedale SS. Gonfalone è in grande difficoltà”

Dopo la ristrutturazione degli scorsi mesi "l’ospedale SS. Gonfalone di Monterotondo presenta ancora forti anomalie e non risulta essere funzionante a pieno regime. Lo sanno bene i cittadini della zona che da tempo denunciano...
capocotta

Spiagge e fondali puliti, volontari e studenti in azione a Capocotta

È partita oggi da Capocotta, in provincia di Roma, a pochi chilometri dall’Area marina protetta Secche di Tor Paterno, l’anteprima di "Spiagge e fondali Puliti – Clean up the Med", la storica campagna di...