Lazio, Zingaretti: «Ritorno a Film Cmmission per incentivare industria cinema»

0
38
 

Il ritorno della partecipazione della Regione Lazio nella Film Commission per incentivare le imprese nazionali e straniere del settore audiovisivo a investire nel territorio regionale rappresenta la principale novità contenuta nelle modifiche alla legge n 2/2012 sulla promozione del cinema e dell'audiovisivo, approvate oggi dalla giunta Zingaretti.

“Il ritorno della Regione alla Film commission del Lazio – dichiara in una nota il presidente della Regione Lazio – significa rilanciare lo sviluppo del cinema come industria per promuovere cultura, ma anche per garantire posti di lavoro, far crescere il Prodotto Interno Lordo e attrarre gli investimenti degli operatori stranieri a Roma e nel territorio regionale. Puntiamo a un sistema agile in grado, quindi, di promuovere l’immagine di tutto il Lazio e la competitività attrattiva del cinema realizzando azioni mirate per la comunicazione del patrimonio cinematografico regionale, delle location per le riprese e del cineturismo, e per il coordinamento con le altre Film Commission italiane e straniere per favorire coproduzioni internazionali”. Per le attività della Fondazione Film Commission l’atto prevede uno stanziamento di 100mila euro per il 2013, 300mila euro per il 2014 e 300mila euro per il 2015.

Altra scelta importante è la cancellazione del Centro Regionale per il Cinema e l’Audiovisivo, che comporterà un risparmio di circa due milioni di euro all'anno e l’attenzione, per quanto riguarda l’accesso ai finanziamenti, ai produttori indipendenti, ai film a basso costo e a quelli che utilizzano esordienti o attori non ancora quotati sul mercato. La Regione Lazio, inoltre, ribadisce tutto l’impegno possibile per il sostegno del lavoro artistico e tecnico del settore a partire dall’insegnamento del linguaggio cinematografico in tutti gli ordini di scuola con l’obiettivo di formare un pubblico più capace di apprezzare l'audiovisivo, sia nel dispositivo domestico della televisione che nelle sale. “Un altro obiettivo raggiunto – conclude Zingaretti – che ci consente di dare regole più certe per quanto riguarda il sostegno alle produzioni cinematografiche. In questo modo l’audiovisivo sarà un settore trainante per la produttività e la competitività del Lazio”.