Il papa benedice i motociclisti

0
22
 

Papa Bergoglio benedice gli Harleisti. E loro, per ringraziarlo, gli donano due motociclette del mito a stelle e strisce. Grande folla di moto, marmitte cromate e giubbotti neri domenica mattina  a piazza San Pietro per l'incontro dei bikers con papa Francesco, in concomitanza con la giornata di ricordo dell'enciclica "Evangelium vitae" per la difesa della vita contro aborto e eutanasia.

Una mattinata molto intensa per Borgo e dintorni, da mesi sotto pressione tutte le domeniche quando l'angelus del papa attira folle di fedeli e pellegrini e costringe i vigili urbani a transennare e chiudere via della Conciliazione. Sin dalle 9.30 un massa di motociclisti è arrivata in vaticano. Circa 400 moto sono state parcheggiate nell'area davanti a castel S. Angelo. Poi nel corso della mattina l'inedita sfilata di papa Francesco che ha percorso via della Conciliazione con la sua jeep scoperta per salutare i fedeli, i pellegrini e naturalmente le centinaia di motociclisti in sella alle loro due ruote. 

Dopo la messa e l'omelia, nella quale il papa ha ricordato la «costante illusione di voler costruire la città dell'uomo senza Dio, senza la vita e l'amore di Dio: una nuova Torre di Babele», nell'Angelus il pontefice è poi tornato sul tema del giorno, la difesa della vita: «Spesso l'uomo non sceglie la vita, non accoglie il Vangelo della vita, ma si lascia guidare da ideologie e logiche che mettono ostacoli alla vita, che non la rispettano – ha ricordato- , perchè sono dettate dall'egoismo, dall'interesse, dal profitto, dal potere, dal piacere e non dall'amore, dalla ricerca del bene dell'altro».