Roma, ecco i nuovi municipi

0
76
 

Il centrosinistra sbaraglia nei municipi della capitale conquistandoli tutti, compreso il XV (l’ex XX in zona Cassia) che vedeva in vantaggio al primo turno il candidato del centrodestra. Un dato che sancisce la compattezza dell'elettorato del centrosinistra e la forza delle scelte del partito democratico nella città.

Questi i nomi dei vincitori: Sabrina Alfonsi (I); Giuseppe Gerace (II); Paolo Emilio Marchionne (III); Emiliano Sciascia (IV); Giammarco Palmieri (V); Marco Scipioni (VI); Susana Ana Maria Fantino (VII); Andrea Catarci (VIII); Andrea Santoro (IX); Andrea Tassone (X); Maurizio Veloccia (XI); Valentino Mancinelli (XIII); Valerio Barletta (XIV) e Daniele Torquati (XV). Alla vigilia dello scrutinio, vista la scarsa affluenza al secondo turno, l'impressione sembrava quella di un voto cristallizzato nelle tendenze del primo turno: con la vittoria in XV sono invece tutti e quindici i municipi governati dal centrosinistra. Diversi quelli passati di mano dopo cinque anni: si tratta del municipio III (ex IV), VI (ex VIII), IX (ex XII), X, (ex XIII), XIII (ex XVIII), XIV (ex XIX) e, per l'appunto XV (ex XX).

Nel dettaglio la sfida per i minisindaci si conclude così, territorio per territorio. Al primo municipio, composto dall’unione di Centro storico più quartiere Prati (XVII) si conferma il centrosinistra con la vittoria di un nuovo presidente, Sabrina Alfonsi (Pd) con il 65,82 per cento contro il 34,18 per cento del suo avversario, di centrodestra "doc", Sergio Marchi. Al secondo (“somma” dei vecchi II e III) il giovane democratico Giuseppe Gerace passa con il 62,40 per cento contro la battagliera Sara De Angelis (37,60 per cento). A Montesacro, attuale III municipio, vince Paolo Emilio Marchionne del Pd contro il presidente uscente Cristiano Bonelli del centrodestra.

Marchionne raccoglie il 64,36 per cento dei consensi restituendo il territorio alla sinistra (Bonelli è stato l’unico presidente di centrodestra nella storia di questo municipio romano), Bonelli deve accontentarsi del 35,64 per cento. Forte affermazione nel IV municipio (ex V) per Emiliano Sciascia che con il 66,61 per cento sconfigge il candidato del centrodestra Giovanni ottaviano (33,39 per cento). Al V municipio (unione degli ex VI e VII, che in questa sindacatura erano il primo di centrosinistra e il secondo di centrodestra) Giammarco Palmieri arriva al 66,68 per cento lasciando al suo sfidante Maurizio Politi il 33,32 per cento dei consensi. Nel VI (ex VIII) Marco Scipioni riporta il municipio al centrosinistra con il 60,67 per cento contro il 39,33 per cento dello sfidante Massimiliano Lorenzotti. Al VII (ex IX e X, entrambi di centrosinistra nella sindacatura appena conclusa) vince per la terza volta Susi Fantino con il 67,68 per cento dei voti, lasciando a Fulvio Giuliano di Fratelli D’Italia appena il 32,32 per cento.

Ottima l’affermazione anche per Andrea Catarci alla Garbatella in VIII (ex XI), riconfermato con il 69,68 per cento dei voti (il 30,32 per cento dei voti ad Andrea Baccarelli. Andrea Santoro strappa al centrodestra il municipio IX (ex XII, Eur) battendo il già presidente Paolo Pollak e raccogliendo il 61,25 per cento contro il 38,75 per cento). Nel X (ex XIII) Andrea Tassone supera col 64,65 per cento Cristiano Rasi (35,35 per cento). Al XI (ex XV) Maurizio Veloccia vince con il 65,67 per cento sull’ex consigliere comunale dell’Udc Francesco Smedile (34,33 per cento). Se al dodicesimo il centrosinistra aveva vinto già al primo turno con Cristina Maltese, è nel XIII (ex XVIII) che il centrosinistra torna al governo con la vittoria di Valentino Mancinelli (55,26 per cento) contro il presidente uscente Daniele Giannini (44,74 per cento).

Stesso discorso per quanto riguarda il municipio XIV (ex XIX), dove al posto del centrodestra si insedia Valerio Barletta del centrosinistra (61,41 per cento), battendo Alfredo Milioni (38,59 per cento). Al XV (ex XX) ribaltata la performance del primo turno del presidente uscente del centrodestra Gianni Giacomini che perde di poco la sfida grazie al successo del candidato del centrosinistra Daniele Torquati (50,7 per cento). Giù l’affluenza anche nei municipi, con questi numeri: I 44,96%; II 48,25%; III 47,78%; IV 47,76%; V 45,62%; VI 40,33%; VII 45,69%; VIII 46,53%; IX 45,98%; X 43,45%; XI 43,94%; XII 46,10%; XIII 48,10%; XIV 42,09%; XV 40,66%.

Francesco Unali