Record negativo, Alemanno: «colpa degli astenuti»

0
47
 

«È chiaro che il risultato è netto ed è evidente che l'influenza dell'astensionismo è molto forte. Grosso modo il numero di persone che mi hanno votato è lo stesso del primo turno, anzi è leggermente aumentato». Lo ha detto il sindaco uscente, Gianni Alemanno, in conferenza stampa al suo comitato elettorale.

Per Alemanno, un'affluenza così bassa «è il segno di una disaffezione alla politica su cui dobbiamo fare i conti, su cui dobbiamo verificare tutte le scelte politiche e amministrative fatte in questi anni, ma il problema vero è quello di comprendere questa lontananza dei romani.

«Purtroppo c'è un dato complessivo del centrodestra che non è positivo e la riflessione dovrà essere più ampia, fatta in città e a livello nazionale per capire che tipo di risposte dare, perché con Roma il centrodestra perde l'ultimo sindaco importante che aveva. Ringrazio gli elettori che hanno scelto di andare a votare, tutte le persone che si sono impegnate, anche se tutto questo non è bastato per riannodare il rapporto tra i romani e la politica. Dovremmo ripartire da queste 400 mila persone che ci hanno votato».