Nettuno, Chiavetta vince e si tiene la poltrona

0
24
 

Alessio Chiavetta si riconferma sindaco di Nettuno. Il ballottaggio tra l’esponente del centrosinistra, supportato da Pd, Sel, Sinistra per Chiavetta, Nettuno Adesso e Chiavetta Sindaco, e lo sfidante del centrodestra Carlo Eufemi, sostenuto da Pdl, Fratelli d'Italia, Eufemi per Nettuno, Insieme si può, Scelta civica per Nettuno, Con la gente per Nettuno, si è concluso con la vittoria netta del sindaco uscente, che ha ottenuto 13.135 voti, pari al 62,17%, contro le 7994 preferenze, pari al 37,83%, dell’ex Primo Cittadino di Ardea.

Superiore alla media provinciale la percentuale di votanti, che ha raggiunto il 55,95%, comunque in forte calo rispetto al primo turno, quando aveva raggiunto il 70,24% degli aventi diritto. Gioia e commozione per Alessio Chiavetta che, pur forte del 45,98% delle preferenze ottenute il 26 e 27 maggio, ha temuto in una rimonta del suo avversario.

«Nettuno ha confermato ancora una volta di saper scegliere – queste le sue prime parole alla convalida dei risultati elettorali – Ha vinto l’onestà, la serietà e la voglia di migliorare ancora un lavoro iniziato 5 anni fa e portato avanti con grande impegno. Con Eufemi e con tutto il centrodestra è terminata una campagna elettorale molto dura, ma sin dal primo appuntamento istituzionale gli stringerò la mano perché, superata la sfida politica, sono convinto che ci accomuna l’interesse per il bene della città di Nettuno».

Invito immediatamente accettato dall’esponente di centrodestra. «Nel prendere atto del risultato – ha risposto Carlo Eufemi – auguro buon lavoro al mio avversario e un in bocca al lupo ai cittadini di Nettuno. Confermo il mio totale e disinteressato impegno al loro fianco e ringrazio la straordinaria squadra che mi ha accompagnato in questa difficile avventura. Confermo che svolgerò il mio pieno ruolo di opposizione con coerenza e chiarezza di posizioni a difesa dei bisogni e degli interessi della cittadinanza e del territorio». Ascia di guerra sotterrata, quindi, dopo le polemiche degli ultimi giorni di campagna elettorale.

mc