Fiumicino, contro i sondaggi Montino sorpassa la destra uscente

0
86
 

Ribaltone. E' un sorpasso che lascia sorpresi in molti quello firmato da Esterino Montino che da ieri pomeriggio è il nuovo sindaco di Fiumicino. Il candidato del centrosinistra era stato dato per “spacciato” dopo il risultato del primo turno e invece è riuscito a strappare la vittoria in maniera anche abbastanza marcata, sconfiggendo così l'omologo del centrodestra Mauro Gonnelli.

Montino ha vinto col 51,84% di preferenze con mille voti in più dello sfidante (14464 contro 13335). «Un risultato straordinario – ha detto il neo sindaco -. I primi cento giorni di governo saranno fondamentali per dare il segnale della svolta». Appena dopo le 15, minuto dopo minuto, si è capito ben presto che la partita era tutt'altro che scontata e che anzi se c'era un candidato leggermente avanti nelle preferenze questo era proprio Montino. Le “roccaforti” (o presunte tali) di Gonnelli al primo turno, vale a dire le località di Fregene, Focene e Aranova, hanno pian piano fatto capire che la differenza era stata praticamente annullata.

L'ex vice-presidente della Regione si è poi affacciato poco più tardi dal balcone del suo comitato elettorale, visibilmente emozionato e con le mani alzate al cielo in segno di vittoria. Montino ha voluto così condividere il successo con gli elettori accorsi in largo dei Delfini dando appuntamento a piazza Grassi (dove poco dopo si è svolta una festa per il neo sindaco).

«Finalmente la città ha aperto gli occhi» è stata la frase più “pronunciata” all'interno del comitato elettorale del nuovo primo cittadino di Fiumicino che ora dovrà far fronte alle questioni “spinose” della città: la gestione e “valorizzazione” dell'aeroporto, ma anche quella del nuovo porto commerciale e del porto turistico bloccato da un'indagine della magistratura. I cittadini, inoltre, ricordano bene le promesse pre-elettorali di Montino che si era impegnato, per esempio, a cancellare totalmente l'uso delle auto blu e a devolvere l'intera indennità a lui spettante come sindaco (4400 euro) per la costituzione di un fondo per favorire i giovani che intendono avviare nuove imprese al quale dovranno partecipare anche gli assessori devolvendo il 30% del proprio stipendio.

Anche a Fiumicino, comunque, è stato certamente significativo il dato sul netto calo dell'affluenza alle urne: a chiusura dei seggi avevano votato 28.537 cittadini, pari al 51,19 % delle persone aventi diritto su un totale di 55.748 elettori e contro il 63,51% del primo turno. Un segnale su cui anche il neo sindaco Montino dovrà riflettere una volta superata la “sbornia” dei festeggiamenti per un risultato “sulla carta” insperato.

Tiziano Pompili

È SUCCESSO OGGI...

Minaccia turista con un coccio di bottiglia e la rapina: preso 25enne

Ha avvicinato una turista e l’ha minacciata con un coccio di bottiglia facendosi consegnare uno smartphone di ultima generazione. E’ accaduto ieri pomeriggio nei pressi della basilica di Santa Maria Maggiore. I Carabinieri della Stazione...
acqua acea magliana

Siccità, scongiurata (per ora) l’ipotesi di lasciare a secco un milione e mezzo di...

Come previsto una soluzione è sempre possibile e almeno per ora viene scongiurata l’ipotesi di lasciare a secco un milione e mezzo di romani attanagliati dalla crisi idrica. Ma andiamo per ordine. Ieri sera si...

Lazio, il Consiglio approva il rendiconto 2016

Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Daniele Leodori, ha approvato la proposta di deliberazione consiliare n. 78, d’iniziativa dello stesso Leodori, concernente il Rendiconto del Consiglio regionale del Lazio, per l’esercizio finanziario 2016. Il...

Metro chiusa da Termini ad Arco di Travertino il mese di agosto? Figliomeni: «Gravi...

“In arrivo altre giornate di passione per i numerosi pendolari che ogni giorno si trovano a transitare sulla Metro A, per recarsi al lavoro e per spostarsi per la città. Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni...

Roma, estradizione a tempi di record per Carlo Gentile

Un’estradizione a tempi di record quella che ha riguardato Carlo Gentile, il 51enne romano ricercato dal 2015 poiché ritenuto responsabile degli omicidi di Federico Di Meo, assassinato a Velletri il 24 settembre del 2013...