Comunali, Marino: «Cultura risorsa strategica contro la crisi»

0
35
 

«Ringrazio davvero Federculture e il Fai per le proposte, corredate da dati significativi e inequivocabili, sullo stato dell’offerta culturale nella nostra città e sulle potenzialità che invece è necessario sfruttare. Ne ero già convinto, ma questa campagna elettorale ha rafforzato il mio convincimento, sul fatto che la cultura e le politiche culturali debbono divenire il motore strategico per superare la crisi attuale e ridare un’identità riconoscibile, di profilo internazionale, alla capitale».

A dirlo è il candidato sindaco del centrosinistra Ignazio Marino. «Non si tratta, come è evidente, di politiche aggiuntive, corredate da eventi occasionali che possono rimettere in moto un sistema che è entrato in crisi da alcuni anni e che ha accompagnato un declino che è anche civile oltre che economico e culturale.

Valorizzazione delle eccellenze e del grande patrimonio archeologico e artistico di cui Roma può vantare un primato assoluto; ripresa della produzione culturale e artistica, con particolare attenzione al contemporaneo e alla creatività; recupero di spazi dedicati alla produzione culturale giovanile, particolarmente decisivi nel deserto urbano di molti quartieri della città. Sono temi centrali della nostra proposta – ha concluso Marino – e che debbono divenire pratica amministrativa quotidiana della prossima amministrazione».