In provincia si vota di più: alla capitale va la maglia nera

0
29
 

Sarà stato forse il derby. O forse, più semplicemente, è un altro segnale di allontanamento dei cittadini dalla politica. Specie da quella romana, travolta in questi anni da scandali e inchieste. Fatto sta che Roma si è aggiudicata la maglia nera in provincia per l'astensionismo.

Solo il 52,80% si è recato alle urne, quasi ventuno punti in meno rispetto alla precedente tornata (73,66%). Un calo che si è registrato un po' ovunque, ma nessuno ha fatto peggio della capitale. Bene Cerreto Laziale con il 94,25% contro il 98,41% delle passate. Seguendo l'ordine alfabetico dei Comuni si legge poi Anzio 67,10 contro l'83,71% delle precedenti elezioni, Fiumicino 63,51% contro l'82,18, Gallicano 70,68 contro l'87,32, Nettuno 86,56 contro il 83,93, Pomezia 61,45 contro il 72,74, San Cesareo 67,84% contro l'86,94%, Velletri 68,05 precedenti 84,44% e Valmontone 77,70 contro l'86,70% delle passate.

Quasi un elettore su due nel Lazio non è andato a votare a queste elezioni comunali. Solo 55,78% degli aventi diritto, quasi il 20% in meno rispetto al dato precedente (75,13%). La provincia con la minore affluenza e' quella di Roma (54,28% contro il 74,49% delle ultime elezioni comunali). Nel dettaglio, a Roma hanno votato 1.245.651 degli aventi diritto, che erano in tutto 2.359.119. Alle urne si sono recati 589.495 uomini e 656.156 donne. Con il 48,53% dei votanti, il municipio XV di Roma ha fatto segnare il primato negativo di affluenza. Secondo i dati del Comune, invece, il municipio in testa a questa classifica e' stato il IV con il 55,61% degli aventi diritto che si e' recato alle urne.

Ecco i dati dell'affluenza nel dettaglio: I municipio 50,64%, II 54,61%, III 55,22%, IV 55,61%, V 53,35%, VI 50,55%, VII 53,42%, VIII 53,15%, IX 54,18%, X 52,83%, XI 50,91%, XII 52,90%, XIII 55,27%, XIV 49,08% e XV 48,53%. Non sono mancate le polemiche. Per il Codacons il crollo dell’affluenza è da attribuire alla concomitanza del derby Roma-Lazio. «E’ vero che in tutto il Lazio il numero dei cittadini che si sono recati a votare nella giornata di domenica è stato inferiore rispetto alle precedenti elezioni, ma è altrettanto vero che il record negativo si è registrato proprio a Roma, dove il crollo dell’affluenza alle urne è stato superiore a quello di tutti gli altri Comuni» – spiega il presidente Carlo Rienzi. Per quanto riguarda l'affluenza nelle altre province, si va dal 75,84% di Frosinone (contro l'81,49% di cinque anni fa), al 68,54% di Viterbo (86,37%) – nel capoluogo della Tuscia e' andato a votare il 67,37% degli elettori – passando per il 73,06% di Rieti (80,83%) e il 70,31% di Latina (79,74%).