Turismo, Marino e Gentiloni si confrontano con operatori settore

0
57
 

"Il turismo è uno dei settori cardine della città, che deve crescere in modo intelligente. Roma è un marchio straordinario, ma il Comune deve fare di più". È quanto ha dichiarato il candidato a sindaco di Roma Ignazio Marino, che questa mattina, insieme a Paolo Gentiloni, ha incontrato i principali attori del settore turistico per confrontarsi con loro su temi importanti, come ad esempio i punti di arrivo a Roma: gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino, le stazioni Tiburtina e Termini, che rappresentano "i biglietti da visita della nostra città". Si è parlato, inoltre, di come valorizzare il mondo imprenditoriale e i giovani talenti del settore. Immancabile la critica di Marino al Comune che, in questi 5 anni, "si è un po' addormentato – ha detto – e non si è messo disposizione degli operatori turistici".

All'incontro, dal titolo “Roma Capitale del turismo”, che si è svolto nella splendida cornice del chiostro di San Giovanni Battista de' Genovesi, lungo via Anicia, sono intervenuti: Daniele Frontoni per Giovani Albergatori, Letizia Casuccio di Coopculture, Mauro Pica Villa vicepresidente di Confesercenti, Giuseppe Roscioli di Federalberghi, rappresentanti di diverse agenzie di viaggio e di alcuni stabilimenti balneari di Ostia. E ancora: Guido Improta, ex sottosegretario ai trasporti del governo Monti, ora responsabile relazioni assunzionali di Alitalia. Erano presenti, infine, professori dell'università 'La Sapienza" e Luiss che hanno, nella loro offerta formativa, corsi di studio inerenti al marketing del turismo.