Il delegato ai rom voluto da Alemanno? \’\’Svanito\’\’ da oltre un anno

0
77
 

Era il 28 luglio 2010 quando il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, annunciava di avere nominato il delegato per i rapporti con la comunità rom della capitale. La scelta del primo cittadino cadde su Najo Adzovic, già portavoce del Casilino 900. In quell’occasione Alemanno trionfante disse: «Per la prima volta l’incarico di delegato ai rapporti con la comunità rom viene affidato ad un membro della stessa comunità.

Non si tratta di un capo dei nomadi, ma di una persona di mia fiducia che possa segnalarmi e spiegarmi, dall’interno, quali sono i problemi che di volta in volta si creano all’interno dei campi».

Ed ancora «Najo è il mio delegato, non il vostro ». Una grande speranza, dunque, per dialogare con il mondo rom. Il Piano nomadi del sindaco ha sempre previsto il pugno duro contro l’illegalità e contro chi minaccia la sicurezza tanto che le chiusure forzate dei campi in questi anni sono sempre state giustificate dal fatto che erano luoghi “pericolosi e con una grande concentrazione di criminalità”.

Ma il sindaco si è spinto oltre e nel suo stesso blog scrive: «Dobbiamo continuare una pressione costante su questi insediamenti perché appena abbassiamo la guardia si moltiplicano. I

l nostro impegno è costante e con la buona stagione lo intensificheremo. Occorre comunque una legge nazionale che renda un reato l’accampamento e il bivacco abusivo». Ma tutte queste bellissime prospettive e programmi del primo cittadino hanno un lato debole. Crediamo che ai politici oggi si chieda soprattutto una profonda coerenza, nessuno escluso, Alemanno compreso.

Ma allora il fatto che Najo Adzovic sia scomparso dalle scene romane da oltre un anno, il fatto che da indiscrezioni risulta essere stato arrestato (“ospite del carcere di Rebibbia e di Velletri per oltre 9 mesi e oggi agli arresti domiciliari”) come lo dobbiamo interpretare? E se così stanno le cose sorge una domanda: qual è la coerenza del sindaco che invoca la legalità e giustizia parlando di rom e contemporaneamente nomina come suo delegato una persona con precedenti penali e che per lo più finisce in carcere? 

 

balthazar