Roma, ‘‘Più trasparenza e merito’’: le proposte Marino e Croppi

0
22
 

Abolizione dei consigli di amministrazione delle società municipalizzate. Denuncia di ogni pratica consociativa. Trasparenza nelle scelte e pubblicità degli atti amministrativi. Affidamento degli assessorati fondamentali a figure di garanzia, indipendenti e di assoluta competenza. Radicale revisione degli strumenti urbanistici con piena attuazione del principio di arresto del consumo di territorio. Attenzione alla cultura come perno strategico per la crescita sociale e lo sviluppo economico.

Sono queste le proposte del candidato sindaco di centrosinistra Ignazio Marino e di Umberto Croppi, ex assessore alla Cultura della prima giunta Alemanno, che lo sosterrà nella sua corsa. "Non siamo qui per servire i poteri forti ma per rilanciare Roma", ha sottolineato Marino, illustrando le proposte oggi nel corso di una conferenza nel suo comitato elettorale.

Le proposte condivise con Croppi sono frutto "di un percorso non ideologico ma basato su progetti sui quali abbiamo trovato una forte convergenza". "L'obiettivo è valorizzare le eccellenze" ha sottolineato Marino. "Con Croppi siamo in cammino insieme per cercare le soluzioni più concrete e più logiche per la città", ha concluso.