Marchini spara a zero su Marino e Alemanno

0
24
 

Alfio Marchini a tutto campo nei confronti del candidato Pd Ignazio Marino e del sindaco uscente del Pdl Gianni Alemanno: «Non mi sorprendero' se Grillo evitera' di attaccare Ignazio Marino nel comizio finale a piazza del Popolo» ha detto giovedì mattina il candidato sindaco Alfio Marchini ai microfoni di Centro Suono Sport. 

«Non sono dietrologo, ma vedo un accordo sotterraneo, di non belligeranza, per far raccogliere a Marino l'appoggio del M5S al ballottaggio». «Non mi piace chi sputa nel piatto dove ha mangiato» ha poi spiegato riferendosi a due dei suoi competitor nella corsa al Campidoglio, Ignazio Marino e Gianni Alemanno. 

Di Marino, Marchini ha detto: «E' stato eletto senatore a Torino. Poi ha annunciato che sisarebbe dimesso da senatore. Cosa che ovviamente non ha fatto. Poi ci sono state le elezioni del presidente della Repubblica: Bersani lo aveva incoronato, perché è stato candidato sindaco da una parte del partito, e Marino ha avuto il coraggio di votare contro Bersani, pur non dovendolo fare perché si era dimesso. Poi ha fatto un doppio salto mortale al momento della fiducia al governo: ha ricordato furbescamente che era dimissionario e ha detto che aveva deciso di non votare».

E su Alemanno: «Stava diventando Montiano quando Berlusconi sembrava 'morto'. Poi Berlusconi ha vinto e gli è corso dietro come un cagnolino a pietire un appoggio».