Idi, incontro \’\’pacificatorio\’\’ tra il cardinale e i dipendenti

0
21
 

Visita pastorale di "riappacificazione", ma non senza polemiche, del cardinale Giuseppe Versaldi all'Istituto dermatologico dell'Immacolata e all'Ospedale San Carlo di Nancy.

Il delegato pontificio, nominato da Papa Benedetto XVI, è stato accolto dai dipendenti dell'Idi all'ingresso della struttura, "ripulita" per l'occasione dai tanti striscioni di protesta innalzati negli ultimi giorni dagli operatori dell'istituto. Versaldi, che ha parlato agli operatori sanitari all'interno della cappella, ha espresso «gioia e soddisfazione per essere qui in mezzo a voi, che state lavorando nelle difficoltà e con sacrificio, per portarvi la solidarietà e la vicinanza del Papa e del mondo religioso».

A quello del cardinale, è seguito l'intervento di un dipendente che ha espresso soddisfazione per la visita ma ha ricordato come questa sia avvenuta «con molto ritardo». Al dipendente, Versaldi ha risposto che «il ritardo della visita è stato motivato dal fatto che non volevo venire qui a mani vuote mentre adesso abbiamo l'aiuto delle istituzioni e un generale clima di trasparenza e collaborazione».

Altri operatori si sono rivolti al cardinale dicendo: «Noi curiamo i pazienti ma voi dovete curare noi, per ripulire l'onta di cui i religiosi si sono macchiati serve il denaro, non le messe».

Alcuni dipendenti, infine, si sono alzati e hanno lasciato la cappella dell'istituto. Il gesto, spiega Loredana Gorizi, dipendente dell'Idi, «è motivato dall'arrivo nella cappella del frate Ruggero Valentini, Superiore Generale della Congregazione dei Figli dell'Immacolata Concezione, che si è più volte rifiutato di parlare con il personale e con i sindacati».

A margine della visita del delegato è intervenuto anche il commissario straordinario del gruppo Idi Massimo Spina che ha assicurato: «Entro la settimana verrà pagato lo stipendio a tutti i dipendenti per dare continuità all'azione di risanamento».