Centrodestra romano, Pidiellini e \’\’fratelli\’\’: caos candidati

0
24
 

E “Fratelli d'Italia chiamò…”. Parafrasando così lo slogan di Meloni e compagni, oggi sapremo come ha risposto il popolo romano del centrodestra alle primarie indette da Rampelli e adepti.

Una decisione, quella della consultazione popolare, accolta forse con iniziale freddezza dal Pdl capitolino, che ora è affacciato alla finestra per capire se Fdi abbia fatto flop o centro. Tra i più curiosi c'è Alemanno, tirato in ballo dalle stesse primarie meloniane: gli elettori infatti pur non potendo mettere una croce su un candidato specifico, decideranno se Fdi debba presentarsi in coalizione e sostenere il primo cittadino uscente, se concorrere con una candidatura alternativa o se confluire su un nome che sia espressione della società civile.

Alle 16 di oggi i gazebo allestiti in 37 piazze e nelle 20 sedi territoriali di Fdi saranno chiusi e sapremo se il centrodestra dell'Urbe sarà un po' più unito o un pochino più spaccato. Nel frattempo, a 9 giorni di distanza dalle primarie di centrosinistra, impazza la corsa elettorale nei 15 Municipi freschi di riorganizzazione amministrativa. E pure qui il centrodestra ha più o meno scelto, stavolta dall'alto, i cavalli di battaglia per la conquista della poltrona di minisindaco.

Le ufficialità ancora mancano ma qualche nome può essere sfornato. Per il I Municipio (ex I e ex XVII), ad esempio, i berluscones pare insistano sul nome dell'assessore alemanniano Gasperini ma la selezione è selvaggia. Chiunque la spunti dovrà vedersela con Sabrina Alfonsi, vincitrice delle primarie del centrosinistra. Nel XV (ex XX), invece, dopo cinque anni di battaglie in Consiglio municipale, il presidente uscente Giacomini in quota Pdl, affronterà il giovane e rampante Torquati, che il 7 aprile ha strapazzato lo sfidante delle primarie Ombuen. Nel Municipio Parioli- Nomentano-San Lorenzo (ex II ed ex III) per il centrodestra c'è Sara De Angelis, che dovrà fermare l'entusiamo del classe '76 Gerace, capogruppo Pd in II Municipio. In cerca del bis alla poltrona di minisindaco pure il destrorso Bonelli nel IV, l'area di Montesacro. Lotta dura senza paura nella “super” area Appio Latino-Tuscolano-Cinecittà, che mette insieme IX e X municipio: per la conquista del nuovo VII, infatti, il centrodestra ha scelto il professor Antipasqua. Una candidatura, fortemente voluta dall'europarlamentare Pdl Antoniozzi, e che darà filo da torcere alla sellina Fantino. Queste dunque alcune delle operazioni elettorali in atto: a 40 giorni dal voto il puzzle complessivo delle candidature prenderà “velocissimamente” forma.