Lazio, Sanità: Al Policlinico Infermieri in affitto: caos spese

0
56

 

Il Policlinico Umberto I spende 21 milioni di euro all'anno per retribuire una cooperativa di servizi che affitta personale ausiliario e infermieristico». E' quanto si leggeva ieri sull'Agenzia Parlamentare, che ieri in una nota riportava le lamentele dei sindacati sulla gestione del personale interno al prestigioso ospedale.

La penuria di personale, a sentire l'organizzazione sindacale che ha reso noto la vicenda, sarebbe dovuta al fatto che gran parte degli infermieri svolgerebbe invece mansioni diverse. «Malgrado ci sia un'apposita delibera che riporrebbe a servzio originario il personale che si occupa di altre mansioni – spiega Giuseppe Polinari, coordinatore di Cislal Università – il precedente direttore generale e i responsabili del personale non hanno adempiuto in alcun modo all’esecuzione del provvedimento, per cui nell’azienda, attualmente, non solo ci sono 110 dirigenti amministrativi, ma sono “spariti” gli ausiliari e gli infermieri, per cui l’amministrazione, per assicurare il servizio indispensabile svolto dal predetto personale, ora adibito a tutt’altre mansioni, spende circa 21 milioni di euro all’anno, rivolgendosi ad una cooperativa che affitta personale ausiliario ed infermieristico».

Inoltre «il personale infermieristico è stato trasformato in amministrativo, alcuni sono addirittura addetti stampa, pur mantenendo le indennità infermieristiche – precisa Polinari – molti degli operatori assunti per i reparti sono invece adibiti a funzioni e mansioni amministrative e, ricorrendo alla magistratura per il riconoscimento delle 'nuove' mansioni, si sono visti giustamente respingere il ricorso, in quanto assunti per tutt’altri compiti dettati dalla legge». «Comunque continuano a spaziare dalla direzione generale, alla mensa, all’economato, all’autoparco.

A questo punto -aggiunge il sindacalista – viene spontaneo chiedersi se tutte le suddette unità di personale, ammontanti a centinaia, siano tutte non più abili a svolgere le mansioni per le quali sono state assunte e, quindi, se i precedenti vertici del Policlinico abbiano voluto accertare l'inidoneità sostituendosi alle strutture preposte. Infine non bisogna dimenticare che presso il Policlinico Umberto I oltre alla Cooperativa OSA che fornisce personale infermieristico, forniscono personale amministrativo anche altre cooperative quali: Capodarco, Eko, Pinco, Linceo e Traser e Pultra. Per non parlare poi del personale medico: vi sono 1380 docenti, inoltre 300 del Servizio sanitario nazionale e ulteriori 350 assunti a contratto. E' ora – conclude Polinari – che venga fatta chiarezza in base a quale normativa, quale pianta organica, quanti posti letto e in base a quale atto aziendale siano state fatte le assunzioni».