Campidoglio, la notte della grande abbuffata

0
24
 

Da oggi grande abbuffata di delibere al Consiglio di Roma capitale. Dopo settimane di rinvii in seconda convocazione, mesi di torpore, sul finire di questa sindacatura (meno di 48 ore) la maggioranza di destra si risveglia e si accinge a far approvare ben 40 delibere tutte d'un botto. Alcune di rilevante importanza urbanistica altre meno.

Così il capo gruppo del Pdl Gramazio, felicemente assunto da poco al soglio della Pisana con relativo lauto emolumento, invia una prece (nella sbarazzina forma dell'sms) a tutti i consiglieri del Pdl, peones o meno, che, sapendo in molti di non essere rieletti, muoiono dalla voglia di sbattersi in aula per 32 ore filate salvo pause igieniche e capatine al bar.

Così scrive loro l'Ineffabile e barbuto Gramazio; «cortesemente fate verifica con i colleghi per capire se oggi possiamo arrivare al numero legale. Altrimenti abbiamo solo martedì (oggi)  (ore) 16/20 e mercoledì a oltranza. Buongiorno».

Sopporteranno i consiglieri tale impegno? Si sacrificheranno per l'ultima cena? Chissà, dipende dagli interessi ma anche dalla disponibilità dell’opposizione “responsabile” che in passato non è mai mancata.

Poi tutti a casa, chi soddisfatto e chi meno, verso l'incerto futuro dove, statene certi, si salveranno solo quelli che hanno seguito Alemanno sino all'ultima, storica, mussoliniana ridotta in Valtellina.

GL

 

Questo nostro portale seguirà ora per ora lo straodinario evento consiliare a partire da questo pomeriggio.