Alemanno sbrocca in tv: «Ma siete matti? Dite solo balle, vergognatevi» (GUARDA IL VIDEO)

0
42
 

Scintille, questa mattina nel corso della trasmissione L'Aria che tira, in onda su La7. Il sindaco Gianni Alemanno, ospite del programma, ha contestato con veemenza un servizio sul debito del Campidoglio e sull'aumento delle aliquote Irpef e Imu. Nel servizio si affermava che l'aliquota Irpef del Comune di Roma è passata dallo "0,5% sotto Veltroni allo 0,9% nel 2011-2012", e che il debito "presunto lasciato in eredità da Veltroni era di circa 9 miliardi", mentre in seguito "vennero alla luce disavanzi non dichiarati che fecero salire la cifra a oltre 12 miliardi: cifra che lo scorso anno era ancora quella".

"Sono balle, quella che noi abbiamo chiamato la Veltron-tax voi l'attribuite a me, ma siete matti? Non vado via solo per rispetto dei telespettatori", ha reagito Alemanno rosso in volto e alzandosi in piedi: "Siate seri quando fate questi servizi, vergognatevi".

Poi Alemanno ha risposto alle questioni sollevate. "Avete detto che il debito presunto lasciato da Veltroni era di 9 miliardi, invece la Corte dei conti lo ha certificato in 12,3 miliardi e noi lo abbiamo ridotto a 12 miliardi con sforzi notevoli", mentre "le aliquote Irpef sono state alzate per pagare i debiti di Veltroni". Riguardo alla risposta all'emergenza casa e all'Imu, punti anche questi oggetto del servizio della trasmissione condotta da Myrta Merlino, Alemanno ha specificato:

"Noi non siamo andati avanti per un ostruzionismo folle dell'opposizione contro tutte le delibere del Piano casa perchè dicevano che ogni cosa era una colata di cemento. L'Imu è aumentata allo 0,5% per compensare i tagli del Governo e sono soldi che vanno tutti al Governo”. Nel frattempo, la conduttrice della trasmissione Myrta Merlino ha difeso il servizio dicendo ad Alemanno: “Abbiamo dato anche noi le cifre di cui parla lei: credo che lei confonda la critica con la cronaca”.

A fine puntata, dopo la pubblicità, nello studio de La7 è tornata la calma. La reazione del sindaco al servizio trasmesso, “la interpreto come la passione del sindaco per quello che fa”, ha chiuso la Merlino.