Regione Lazio, Zingaretti: «Rilanciare l’economia del mare»

0
104
 

Partecipando al Tempio di Adriano alla presentazione dello Yacht Med Festival, il presidente Zingaretti ha esposto la sua visione per ridare slancio a settori importanti dell’economia regionale nonostante il difficile momento di crisi che attraversa il Paese. «Dobbiamo metterci in testa che un vecchio modello di sviluppo è finito: la grande scommessa è inventarne uno nuovo – ha spiegato Zingaretti – e nel Lazio scommettere sull'economia del mare significa investire su uno dei pilastri economici della nostra regione.

Per questo, come primo atto abbiamo istituito sotto la presidenza una delega al Mare e a stretto giro istituiremo una cabina di regia interassessorile». La fiera internazionale dell’economia del mare si svolgerà a Gaeta dal prossimo 21 al 28 aprile. «Per questa realtà – ha spiegato Zingaretti – serve un unico interlocutore che coordinerà, correggerà e indirizzerà in modo trasversale politiche economiche di bilancio in rapporto a temi importanti come l'Europa. Se non c'è l'elemento politico negli investimenti di bilancio, tutto vive nella frammentazione delle varie strutture amministrative e tutto crolla. Senza strategia comune il territorio di costa producono solo piccole ricchezza».

Secondo il governatore, quindi, «con la delega e la cabina avremo forme di concertazione permanente, come uno sportello unico affinché la pubblica amministrazione sia vicina».

Zingaretti ha anche annunciato che «aderiremo sicuramente alla carta di Bologna e insieme ad altre regioni saremo capofila per ripensare ad una programmazione europea 2014-2020 ridando all'economia del mare la centralità che merita».

Ma venerdì è stato anche il "day after" del giorno in cui sono scattati gli arresti per gli ex vertici dell'Idi, con Padre Decaminada accusato di aver distratto oltre 4 milioni di euro dalle casse del gruppo sanitario e la paura dei lavoratori di restare senza lavoro. Sulla vicenda Zingaretti ha sottolineato: «Quanto successo all'Idi-San Carlo di Nancy è l'emblema di quello che non dobbiamo permettere che accada mai più. Sono sempre stato convinto dell’esistenza di un unico sistema sanitario pubblico costituito da enti accreditati e strutture gestite direttamente ma ormai è evidente che la cosa migliore per tutti sia individuare nuove formule che aumentino la trasparenza ed i controlli per tutti, sia nella gestione quotidiana che nella rendicontazione. E’ importante mantenere standard elevati dei servizi offerti ai cittadini e della sicurezza per i dipendenti e gli operatori, ma al tempo stesso si deve portare avanti il tema della trasparenza e della legalità». F.U.

È SUCCESSO OGGI...

Le promesse (mancate) dei Grillini paralizzano la Salaria

Roma, 22 settembre, la mobilità è insolitamente paralizzata nl quadrante nord della città e non se capisce il motivo. La Via Salaria, solitamente congestionata, ha raggiunto livelli di paralisi totale. Ma stavolta non è semplice...

Il vento sta cambiando e spinge alla deriva i 5stelle

Parafrasando il video ormai virale dove si vede la Raggi che in campagna elettorale dichiarava giuliva “il vento sta cambiando” mentre Roma affoga sotto un recente normalissimo acquazzone,il vento sta cambiando questa volta per...
Sergio Pirozzi

Sergio Pirozzi ringrazia la Meloni ma critica le divisioni nel centro destra

Eccolo il Pirozzi Sergio sindaco di Amatrice e del ‘fare’ che si presenta ad Atreju, la festa dei giovani della Meloni. E qui, dice «vi mando un messaggio: io sto qui da sindaco di...

Roma, truffava clienti con false polizze assicurative

Ex consulente finanziario truffava i clienti stipulando false polizze assicurative e intascando i soldi. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il sequestro di beni immobili, per un...

Movida e sicurezza, sanzionati 42 buttafuori a Roma

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno avviato un monitoraggio delle persone addette ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi,...