Inchiesta bus, Gip: Mancini subordinato ad Alemanno

0
88
 

"E' emerso pacificamente che Mancini è espressione dell’articolazione politica del Pdl riconducibile al sindaco di Roma" di cui l'ex Ad di Eur spa è "in totale subordinazione". Questo un passaggio delle 60 pagine del provvedimento cautelare del gip Stefano Aprile che ha portato in carcere Riccardo Macini nell'ambito di un'inchista su un appalto per l'acquisto di 45 filobus.

Secondo il giudice Macini "è espressione in concreto della maggioranza comunale e della giunta nel settore dei trasporti. Meritano, in proposito, speciale rilievo le dichiarazioni rese proprio da Mancini – si legge nell'atto – il quale in sede di spontanee dichiarazioni ha evidenziato la sua vicinanza politica al PDL, così come proveniente dall’esperienza del MSI e di AN, con particolare riguardo all’articolazione espressa dal Sindaco Alemanno, del quale ha curato sul piano finanziario le due ultime campagne elettorali per l’elezione a sindaco". 

Inchiesta bus, Pd Campidoglio: 5 domande a cui Alemanno deve rispondere

A dimostrazione della stretta connessione tra il suo ruolo e quello del Sindaco, l'ex Ad ha riferito "di essere stato sponsorizzato dal medesimo per la nomina ad amministratore delegato dell’Ente Eur Spa, società partecipata dal Comune".

Comunque "le intercettazioni sono certamente allo stato irrilevanti per dimostrare una diretta partecipazione di Gianni Alemanno all'illecita azione, sono tuttavia idonee a dimostrare l'esistenza di un rapporto con Riccardo Mancini che va ben oltre quello personale".

È SUCCESSO OGGI...

Oltre 4 chilometri di coda in autostrada vicino Roma per incendio: chiuso un tratto

Sull'autostrada A1 Milano-Napoli, intorno alle ore 14.30, si è resa necessaria la chiusura del tratto compreso tra Ponzano Romano e l'allacciamento con la diramazione Roma Nord in entrambe le direzioni, a causa di un...

Rapina supermercato con un coltello, ma la felpa di Superman lo tradisce

E’ successo a Tor de Cenci. Un uomo è entrato in un supermercato e, dopo aver  minacciato la cassiera con un coltello da cucina, s’è fatto consegnare l’incasso. Poi si è allontanato a bordo di un’...

Senza coppola e lupara, Carminati e Buzzi condannati per corruzione

«Può bastare Carminati per certificare che la Capitale d'Italia è la nuova Corleone?» scriveva tempo fa sul Foglio di Cerasa/Ferrara il noto conduttore della rassegna stampa di Radio Radicale, Massimo Bordin. Evidentemente alla X...

Mafia capitale, condanne pesanti ma non viene riconosciuto il reato di mafia

Sentenza a sorpresa nell’aula bunker di Rebibbia, cade infatti per tutti i 19  imputati il 416 bis, ovvero l'accusa di associazione mafiosa del processo Mafia Capitale. Nonostante il teorema della Procura sia stato respinto...
MAFIA CAPITALE SENTENZA

Mafia Capitale, per il Codacons processo condotto male. Attesa per la sentenza

Arriva oggi la sentenza per la vicenda “Mafia capitale”, un processo durato 20 mesi con centinaia di udienze che, tuttavia, riceve le nette critiche del Codacons. “Si tratta di un procedimento condotto male e da cui i...