Cinque Stelle, il 13 e 14 le selezioni per il candidato sindaco di Roma

0
29
 

L'agenzia Dire riferisce che mancano due giorni all'apertura delle votazioni online per la selezione del portavoce sindaco di Roma, previste per il 13 e 14 marzo, mercoledì e giovedi – anche se la data non è stata ancora confermata ufficialmente e in rete c'è chi parla di un possibile rinvio sul breve – e gli attivisti del Movimento Cinque Stelle della Capitale si preparano a scegliere il proprio candidato primo cittadino.

Sul forum di Roma5stelle.com i grillini romani spingono per organizzare un evento che permetta loro di conoscere più a fondo coloro che potrebbero essere chiamati a rappresentarli in Campidoglio da qui a pochi mesi: per ora l'opzione più probabile è un incontro – si parla insistentemente di mercoledì sera, quando le web-primarie sarebbero già in corso, mentre circola anche la data del 17 marzo, che avvalorerebbe l'ipotesi di uno slittamento dell'apertura delle urne online – a “porte chiuse” se non per gli iscritti attivi e trasmesso in streaming.

Il format sarebbe ancora da decidere, la scelta è tra un mix di domande selezionate dalla rete e formulate dai presenti oppure una semplice auto-presentazione dei candidati portavoce, mentre la location dovrebbe essere l'aula magna di un istituto della Capitale già sede in passato di un'assemblea partecipata del Movimento. E mentre la “base” polemizza per la “mancanza di informazione” – «Possibile che dobbiamo sempre essere informati dai giornali?», lamenta più di qualcuno, «Se le date sono ufficiali si faccia un annuncio sul blog», fanno eco altri – già circolano i primi nomi dei favoriti per le votazioni sul portale nazionale: i due “candidabili” in pole position sarebbero l'avvocato 38enne Marcello De Vito, attivista del IV municipio e già delegato di lista alle elezioni regionali e di Daniele Frongia, 39 anni e funzionario dell'Istat, proveniente dall'XI municipio, blogger navigato e cocoordinatore del Gruppo programma del Cinque Stelle per la Capitale.

Per quanto riguarda i candidati portavoce presidenti di Municipio, le liste sono già pronte da tempo. Tutto dipenderà dal voto dell'Assemblea capitolina, chiamata ieri a decidere sulla riduzione dei municipi l'approvazione la scorsa settimana del nuovo statuto di Roma Capitale. Se i mini municipi dovessero passare da 19 a 15, per i territori accorpati si andra' incontro a una nuova selezione tra i candidati grillini già 'ufficializzati' delle zone di riferimento.