Malagrotta, sospetti 4 morti di tumore

0
23

Potrebbero essere state le esalazioni dell’impianto di smaltimento dei rifiuti di Malgrotta a provocare la morte di quattro persone per cancro, tra il 2008 e il 2010. A cercare di stabilire il nesso sarà essere la Procura di Roma che ha avviato un’inchiesta con l’ipotesi di omicidio colposo. Gli inquirenti cercheranno di far luce anche sulle ipotesi di lesioni gravi, aperto sulla base di decine di esposti.

La notizia è stata pubblicata sul giornale “Il Messaggero”. «Cittadini che abitano vicino alla discarica – si legge sul quotidiano – e hanno denunciato di essersi ammalati di tumore a causa delle esalazioni. L'indagine è condotta dal procuratore aggiunto Roberto Cucchiari e dal pubblico ministero Alberto Galanti che nei prossimi giorni dovrebbero disporre una consulenza epidemiologica per chiarire se esista un nesso casuale tra le patologie dei residenti e l'impianto di smaltimento di Malagrotta».

Il cuore dell'indagine è la tragedia vissuta da quattro familiari negli ultimi tre anni. Drammi che hanno un denominatore comune: la morte è sopraggiunta in tempi molto brevi, a pochi mesi dalla diagnosi di cancro.