Tiburtina, dal 29 aggiornamento al programma di circolazione dei treni

0
42

"Aggiornamenti dal 29 agosto alla circolazione ferroviaria su Roma Tiburtina. Torna la frequenza ordinaria di un treno ogni 15 minuti sulla FR1 (Orte – Roma – Fiumicino), viene ripristinata quasi per intero l’offerta della FR2 (Roma – Tivoli – Pescara): le corse, infatti, passano dalle attuali 48 a 85 al giorno, il 95% dell’offerta ordinaria, con Roma Prenestina e Roma Termini che restano le temporanee stazioni capolinea. Prosegue il servizio di pullman navetta, assicurato da ATAC, tra Prenestina e Tiburtina". Lo comunica, in una nota, Ferrovie dello Stato.

"Il nuovo programma di circolazione, reso possibile grazie agli interventi di ripristino già eseguiti a Roma Tiburtina, è stato elaborato con l’obiettivo di rispondere al meglio alle esigenze della clientela, in coerenza con le attuali potenzialità infrastrutturali della stazione Tiburtina e della capacità di Roma Termini – prosegue la nota – A tal riguardo, per consentire l’arrivo a Termini di una parte dei convogli della FR2, si è reso necessario modificare il programma di circolazione e le stazioni di arrivo e partenza di alcune corse regionali e di 3 collegamenti di lunga percorrenza.Tra le variazioni più significative: FR6 (Roma – Cassino): il Regionale 7494 arriverà a Roma Tiburtina invece che a Termini. I Regionali 7492 e 12151 circoleranno con 9 carrozze invece che 6 aumentando la loro capienza a 1.100 posti (+400); FR7 (Roma – Formia/Terracina): il Regionale 21890 e il 12277 arriveranno a Roma Tiburtina invece che a Termini; FR8 (Roma – Nettuno): il Regionale 7297 per Nettuno sarà cancellato da Roma Termini a Campoleone. I viaggiatori per Nettuno potranno utilizzare il 21899 Roma Formia, trovando poi coincidenza a Campoleone.

Sulla FR1 l’unica variazione di rilievo, rispetto all’offerta ordinaria, è la cancellazione del R 12177 Fara Sabina – Roma – Tiburtina. Il nuovo programma sarà consultabile on-line sul sito web fsnews.it e nell’home page Focus on – Tiburtina di Ferrovie dello Stato Italiane e sulle apposite locandine affisse nelle stazioni interessate".