Nasce il nuovo sistema espositivo di Roma

0
26

Evitare la sovrapposizione delle mostre di Roma e programmare in anticipo l’offerta culturale della città in modo da permettere ai turisti di conoscere fino a tre anni prima le esposizioni presenti nella capitale. È questo l’obiettivo di “RomaExhibit – Art and Exhibitions in Rome”, un progetto del Comune di Roma che verrà realizzato grazie al protocollo d’intesa firmato oggi tra 19 enti culturali, pubblici e privati.

«Un progetto portato avanti con tenacia», ha detto il sindaco Gianni Alemanno, e che, grazie a una programmazione condivisa delle attività espositive, sarà in grado di «garantire un'offerta di alto livello tutto l'anno». A giorni sarà attivato un sito Internet, mentre in futuro è previsto un sistema di trasporti con navette per collegare i luoghi delle mostre e si provvederà a uno studio per il biglietto integrato.

Con pari dignità, ciascun sistema espositivo cittadino, pubblico o privato, statale o civico, è tra i 19 firmatari del protocollo. Ecco quindi la lista completa: assessorato alle Politiche culturali, assessorato alla Cultura, arte e sport della Regione Lazio, assessorato alle Politiche culturali della Provincia, Sovraintendenza ai Beni culturali di Roma Capitale, Azienda Speciale Palaexpo, ministero dei Beni culturali (Soprintendenza speciale e Polo Museale, Soprintendenza speciale dei Beni archeologici di Roma, Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea, Istituto Nazionale per la Grafica, Archivio di Stato di Roma, Fondazione Maxxi), Comunicare Organizzando, Dart Centro Culturale Internazionale, Fondazione Roma, Eur Spa, Fondazione Sorgente Group, Sorgente Group Spa, Zetema Progetto Cultura.