I fondamentalisti di Militia Christi contro l\’Europride

0
24

«No gay pride. Alemanno vergogna. Militia Christi». Con questo striscione, esposto sotto le scale del Campidoglio, uno sparuto gruppo di fondamentalisti cattolici ha protestato contro l'Europride e «contro la decisione del sindaco di autorizzarlo, approvarlo e sostenerlo formalmente».

Per Fabrizio Lastei, portavoce di Militia Christi, «l'Europride è una manifestazione che veicola oggettivamente contenuti e stili di vita contrari alla dignità umana, all'autentica libertà della persona e ai valori della famiglia. È scandaloso che Alemanno, che dice di rispettare l'identità cristiana di Roma e che ha onorato la beatificazione di Giovanni Paolo II, a un solo mese di distanza sostenga di questa vergogna».

Pronta la replica Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center: «Militia Christi dovrebbe vergognarsi e considerare che Roma e tutte le sue istituzioni, compreso il Sindaco Alemanno rappresentano tutti, anche i gay. L'estremismo fondamentalista di Militia Christi rappresenta invece, fortunatamente, poche decine di persone e cerca di trovare spazio ogni volta che c'è un gay pride».