Expo Shangai: Pd Roma, brutte sorprese di Alemanno non finiscono mai

0
17

Fra le prime reazioni alla notizia pubblicata ieri da Cinque Giorni su una diffida al sindaco e all'amministrazione comunale relativa a pagamenti dovuti alle ditte che vantano ancora crediti con il campidoglio per attività prestata in occasione della partecipazione di Roma Capitale all'Expo di Shangai, segnaliamo quella particolarmente polemica del segretario del PD romano marco Miccoli. "Non sembrano esaurirsi mai le brutte sorprese della gestione del Campidoglio da parte del sindaco Alemanno" afferma Miccoli il quale fra notare che  dopo la causa intentata dalla Exen spa al Comune per ottenere le spese per l'allestimento del padiglione di Shanghai, questa volta viene riportata la notizia di una diffida indirizzata al sindaco da parte dei legali della Geb Software srl.

Come noto, la ditta  lamenta il mancato pagamento da parte del Campidoglio di alcuni servizi effettuati per il portale ideato da Roma Capitale per l'Expo. "Su questa vicenda -prosegue l'esponente del PD- il sindaco Alemanno non ha mai fornito le spiegazioni necessarie a chiarire il ruolo svolto dal Campidoglio e dal delegato all'Expo di Shangai Francesco Maria Orsi, noto alle cronache perché indagato per riciclaggio dalla Procura di Roma." Miccoli invita quindi  Alemanno a chiarire una volta per tutte, l'entità dei debiti effettivi del Campidoglio e "ammetta una volta per tutte la pessima gestione del patrimonio comunale".