Centri per l’epilessia nel Lazio: audizione dell’Alce Onlus

0
49

Sviluppare in modo omogeneo su tutto il territorio laziale, una rete di centri per l’epilessia, è stato l’oggetto dell’audizione convocata dalla presidente della commissione sanità, Alessandra Mandarelli, su richiesta  dell’Alce Onlus (Associazione Laziale per la lotta contro l'Epilessia).

“La necessità di individuare i centri di alta specializzazione in materia di epilessia – ha spiegato il presidente dell’Alce, Umberto Avvisati – oltre a quello romano dovrebbe vedere la Regione impegnata a garantire un’assistenza uniforme ai soggetti affetti da epilessia”.

Sull’importanza di individuare i requisiti di eccellenza, si è invece soffermata la neurologa Angela Teresa Lazzaro. “A Latina – ha spiegato la dottoressa Lazzaro – abbiamo un centro di neurologia di alta specializzazione dove è possibile operare dalla diagnosi alla cura, e in accordo con il direttore sanitario, presenteremo presto la richiesta per ufficializzare l’alta specializzazione. Nel Lazio esistono molti di questi centri, ma non sono conosciuti”.

La presidente Alessandra Mandarelli nel suo intervento ha confermato l’esistenza dei centri per l’epilessia, e ha auspicato una ricognizione su “quanti e quali” siano nel territorio regionale, attraverso una positiva collaborazione con l’Asp, competente ad una eventuale creazione di un Albo ad hoc. Alessandra Mandarelli ha invitato l’Alce alla produzione di una documentazione sui centri già esistenti, da poter sottoporre all’Agenzia per la sanità pubblica del Lazio.