Sempre più detenuti e meno personale, Marroni lancia l’allarme

0
22

Carceri che scoppiano e mancanza di personale. E' un grido che torna, mese dopo mese, settimana dopo settimana ormai, quello del Garante regionale per i detenuti del Lazio. E' di ieri l'ultimo bollettino che va a fotografare una realtà in progressiva evoluzione, purtroppo negativa. La situazione all'inizio del mese di maggio vede 6.550 detenuti nelle 14 carceri della nostra regione, 2.222 in più rispetto ai posti disponibili indicati dal Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria. Un dato che mostra non solo l'aumento incontrollato del ricorso alla detenzione carceraria, ma che sancisce anche il fallimento degli strumenti che vorrebbero, almeno in parte, arginare il fenomeno.

«Nonostante gli ultimi provvedimenti legislativi fra cui anche la “legge svuota carceri” – spiega il garante Angiolo Marroni – che avrebbe dovuto sgravare gli istituti di tutta Italia di oltre 8.000 reclusi, il trend non sembra invertirsi, anzi i reclusi continuano a crescere in maniera impressionante. Lo scorso mese di aprile, nella regione Lazio è stata sfondata per la prima volta quota 6.500 presenze e, in poco più di quattro mesi, dall'inizio dell'anno ad oggi, i detenuti anziché diminuire, sono aumentati di 173 unità, con tutte le conseguenze che questo implica».

L'articolo completo nel giornale di oggi