Minori stranieri, sì alla cittadinanza

0
123

Sono ormai quasi un milione i minori di origine straniera nati o vissuti qui sin da piccoli. Sono ragazzi che condividono i percorsi, i sogni, le paure e le speranze dei loro coetanei, ma ai quali la legge impedisce di chiamare ‘Italia’ la propria casa. In Parlamento, infatti, l’iter di riforma della legge sulla cittadinanza è fermo da tempo, colpito a morte dalle esigenze di ‘bassa Lega’ della maggioranza. Un’idea allora è quella disfruttare uno spiraglio poco noto lasciato aperto dalla legge vigente (l. 91/92 – art. 4, comma 2) che prevede la possibilità di ottenere la cittadinanza per i ragazzi di origine straniera nati e vissuti in Italia che, divenuti maggiorenni, ne facciano richiesta al comune di residenza entro il compimento dei 19 anni.

Si tratta di un “attimo fuggente del diritto”, un’occasione per pochi ma che costituirebbe comunque un primo segnale importanteper le nostre città. Per questo Andrea Sarubbi, promotore della proposta di legge bipartisan sulla Cittadinanza, e Paolo Masini, consigliere di Roma Capitale, hanno lanciato in una conferenza stampa tenuta in Campidoglio l’appello ‘Fratelli IN Italia’ dal nome dell’Inno di Mameli Rap dei Termini Underground che farà da colonna sonora alla campagna per chiedere a tutti i sindaci di inviare una lettera informativa a questi ragazzi e di istituire un’apposita “Giornata dei Nuovi Cittadini”. «Pochissimi i romani moderni, ma neanche i 7 re diRoma erano tutti ‘romani’ puri – ha ironizzato, ma fino a un certo punto, Sarubbi – Numa Pompilio era di stirpe sabina, per quei tempi quindi straniero; così come Tarquinio Prisco che aveva madre di Tarquinia e padre di Corinto. Re a sangue misto, quindi: degli Obama ante litteram!”. Secondo Paolo Masini l’anniversario dell’unità è il momento giusto per lanciare questo appello: “Sono proprio questi ragazzi che potranno essere i protagonisti di un’Italia nuova, aperta, accogliente e responsabile:il regalo più bello per i suoi 150 anni».

L’appello ha avuto l’immediato sostegno di diverse associazioni impegnate sul tema Comunità di Sant’Egidio,ACLI, Fondazione Migrantes, Centro Astalli, Cgil, Cisl,Uil Lazio, UNICEF, ARCI Roma, Rete TogethER, Anolf2G, ‘A buon Diritto’, La Voce Araba – ed altre continuano ad arrivare.  E’ nato subito anche un omonimo gruppo facebook dove è possibile aderire all’appello e scaricare il fac-simile della lettera che ciascun cittadino può inviare al proprio sindaco: il modo migliore per festeggiare il compleanno dell’Italia. 

È SUCCESSO OGGI...

Sergio Pirozzi

Sergio Pirozzi ringrazia la Meloni ma critica le divisioni nel centro destra

Eccolo il Pirozzi Sergio sindaco di Amatrice e del ‘fare’ che si presenta ad Atreju, la festa dei giovani della Meloni. E qui, dice «vi mando un messaggio: io sto qui da sindaco di...

Movida e sicurezza, sanzionati 42 buttafuori a Roma

I carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno avviato un monitoraggio delle persone addette ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi,...

Roma, truffava clienti con false polizze assicurative

Ex consulente finanziario truffava i clienti stipulando false polizze assicurative e intascando i soldi. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito il sequestro di beni immobili, per un...

Il vento sta cambiando e spinge alla deriva i 5stelle

Parafrasando il video ormai virale dove si vede la Raggi che in campagna elettorale dichiarava giuliva “il vento sta cambiando” mentre Roma affoga sotto un recente normalissimo acquazzone,il vento sta cambiando questa volta per...

Le promesse (mancate) dei Grillini paralizzano la Salaria

Roma, 22 settembre, la mobilità è insolitamente paralizzata nl quadrante nord della città e non se capisce il motivo. La Via Salaria, solitamente congestionata, ha raggiunto livelli di paralisi totale. Ma stavolta non è semplice...