La Consulta annulla le ordinanze di Alemanno

0
141

La legge 125 del 2008 del pacchetto sicurezza voluto dal governo Berlusconi, che aveva permesso ai sindaci di varare divieti anti-accattonaggio o anti-lucciole è stata bocciata ieri dalla Corte Costituzionale. Sono dunque illegittime le ordinanze emanate dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno, contro alcolici, prostituzione, lavavetri, ambulanti, writer, schiamazzi notturni e per il decoro.

La questione era stata sollevata dinanzi alla Consulta dal Tar del Veneto. All’organo regionale si era infatti appellata l’associazione “Razzismo stop” contro l'ordinanza anti-accattonaggio del sindaco di Selvazzano Dentro.

E con la sentenza n. 115 i giudici costituzionali hanno ritenuto violati gli articoli 3, 23 e 97 della Costituzione riguardanti il principio di eguaglianza dei cittadini, la riserva di legge, il principio di legalità sostanziale in materia di sanzioni amministrative. Secondo la Consulta l’assenza di una valida base legislativa nell'ampio potere di ordinanza conferito ai sindaci non solo incide negativamente sulla garanzia di imparzialità della pubblica amministrazione ma lede anche il principio di eguaglianza dei cittadini davanti alla legge.

"La bocciatura spunta alcune ordinanze del sindaco, che in verità già non funzionavano granché" ha commentato il segretario Idv Vincenzo Maruccio. Per il segretario del Pd, Marco Miccoli, la sentenza della Corte è "la dimostrazione del fallimento delle politiche di Alemanno e Berlusconi. Questi argomenti vanno affrontati in modo serio, non con l'elmetto", mentre Dario Nanni, vicepresidente della commissione sicurezza, ha annunciato un'interrogazione per chiedere conto "dei soldi spesi inutilmente fino a oggi attraverso queste ordinanze".

Il sindaco Alemanno, che in un primo momento aveva preferito non commentare la bocciatura, questa mattina, intervenendo a SkyTg24, ha dichiarato: "Non ci possiamo permettere dei buchi nelle regole e nelle norme di questa città anche se chiediamo al Parlamento e al Governo di far subito un provvedimento di legge. Lo chiedevamo anche prima perché sapevamo che le ordinanze da sole non bastavano. Da un anno e mezzo io chiedo una legge contro la prostituzione in strada, una legge che ci permetta di avere un indirizzo chiaro rispetto ad alcuni reati di strada che devono essere contrastati. Oggi questo provvedimento è urgente, quindi noi possiamo controllare la situazione per alcuni mesi ma il Parlamento ci deve venire subito in soccorso''.

È SUCCESSO OGGI...

Roma, aggredisce giovane alle spalle con calci e pugni per rapinarlo

Lo ha colto alla sprovvista aggredendolo alle spalle e lo ha rapinato della catenina in oro che portava al collo. E’ accaduto in via dei Sabelli angolo via dei Volsci, nel cuore del quartiere...

Beatrice Lorenzin ripropone l’idea di Ostia comune autonomo

A poco più di un mese dalle elezioni a Ostia per il rinnovo del consiglio municipi del X rispunta l’idea di farne un comune autonomo. Ne ha parlato il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin a margine di...

Sanità, Zingaretti: 437 milioni per l’edilizia sanitaria e la ricerca

"Un grande risultato per la Regione Lazio quello raggiunto oggi, grazie all’approvazione da parte del Ministero della Salute dei progetti destinati all’edilizia sanitaria e per la ricerca. Progetti che permetteranno di realizzare gli interventi pianificati...
Pil Istat

Con documenti falsi tentano di aprire un libretto postale, la truffa finisce male

I due truffatori, arrestati dalla Polizia di Stato, pensando di farla franca, si sono presentati allo sportello di un ufficio postale, tentando di aprire un libretto di risparmio. La direttrice però, insospettita dai documenti che...

Investito tragicamente mentre attraversa la strada, morto

Un uomo di 92 anni è morto questa notte intorno alle 2 all'Umberto I dopo essere stato investito, ieri alle 18, in via Augusto Lupi, in zona Torre Spaccata. L'anziano, investito mentre attraversava la strada...