In quattrocento sotto la sede delle Regione

0
20

Una Regione assediata da centinaia di persone. Era questa la scena che si presentava ieri mattina in via Cristoforo Colombo quando, in circa 400, lavoratori del San Raffaele e manifestanti per il diritto di cura dei disabili, si sono incontrati in un corteo unico che si è snodato intorno al palazzo della Regione Lazio.

Le difficoltà della Giunta Polverini nel pagare strutture e personale che da anni si batte per la cura e la riabilitazione di pazienti, malati e disabili hanno infatti portato a ritardi emancanze nei pagamenti che mettono in ginocchio strutture deputate a cure e prestazioni riabilitative indispensabiliai pazienti. Tagli che hanno portato, ad esempio, all'annunciata chiusura di tutte le strutture sanitarie del SanRaffaele Spa, appartenente al Gruppo Tosinvest. La proprietà minaccia di licenziare 3.171 dipendenti il prossimo15 aprile e le dimissioni anticipate di 2.283 pazienti chedovranno essere ricollocati in altri presidi ospedalieri. I lavoratori del San Raffaele sono stati ricevuti in Giunta e nel pomeriggio un comunicato degli uffici regionali informava che da oggi sarà avviato “un percorso di lavorolungo il quale procedere per arrivare a una possibile eauspicabile soluzione delle diverse problematiche riferiteal Gruppo, a cominciare dalla tutela dei pazienti e dei lavoratori”.

L'articolo completo nel giornale di oggi