Ri.Rei, non passa la mozione in Consiglio

0
21

 

 

Dopo una lunga e articolata discussione, il Consiglio regionale ha respinto con 24 voti contrari, 14 a favore e 10 astenuti, la mozione che avrebbe dovuto impegnare la Giunta a intervenire nell'annosa questione del Consorzio Ri.Rei.

La mozione, sottoscritta dai consigli Giuseppe Rossodivita (Lista Bonino-Pannella), Francesco Storace (La Destra), Rocco Berardo (Lista Bonino-Pannella), Roberto Buonasorte (La Destra), Ivano Peduzzi (Fds) e Angelo Bonelli (Verdi), era finalizzata alla revoca dell'affidamento al Consorzio Ri.Rei dei sei centri ex

Anni Verdi con sedi a Roma e in provincia che ospitano oltre mille utenti disabili con patologie gravi, in cui lavorano piu' di cinquecento operatori.

Forte la reazione della Federazione della Sinistra, che con Peduzzi e Nobile sottolineano: “Anche oggi, di fronte ad una non decisione “pilatesca” cade nel vuoto la nostra proposta di salvaguardare la qualità delle prestazioni erogate ed assicurare la difesa dei livelli occupazionali, reinternalizzando i servizi attraverso la gestione diretta da parte delle Asl. Il nostro impegno –concludono Peduzzi e Nobile- continuerà per “liberare” il diritto alla salute e all’assistenza dei disabili dagli interessi economici e dal saccheggio delle risorse pubbliche da parte dei privati”.

Proteste anche dai radicali e dalla Destra in Regione. Ma non basta. La complessa vicenda che si trascina davanti insieme alla drammatica condizione di tante famiglie che non saprebbero diversamente a chi affidare i proprio figli disabili, ha visto un altro episodio da notare: Anche una seconda mozione, sottoscritta da alcuni consiglieri dell'opposizione, e' stata ritirata poco prima delle operazioni di voto dal suo primo firmatario, Esterino Montino. (5web)