Parentopoli: Pd Roma, scandalo politico Alemanno diventa caso giudiziario

0
30

Dura poco il silenzio dopo la notizia dell’avviso di garanzia recapitato a Franco Panzironi. Tra i primi ad intervenire il segretario cittadino del PD marco Miccoli: "Il vergognoso scandalo delle circa 4000 assunzioni a chiamata diretta e con contratto a tempo indeterminato avvenuto nelle aziende comunali durante la gestione Alemanno ha ora anche un suo naturale risvolto giudiziario. Siamo garantisti, quindi evitiamo di emettere sentenze prima del tempo. Però è già da ora evidente a tutti la responsabilità politica del sindaco che ha nominato quei vertici all’Ama a cui ora sono arrivati gli avvisi di garanzia, e mi riferisco in particolare all’amministratore delegato Franco Panzironi uomo di fiducia di Alemanno dai tempi del Ministero dell’Agricoltura”.

Prosegue quindi Miccoli: “Se c’è stato questo vergognoso e radicato metodo di governo nelle aziende del Comune è evidente che il Sindaco, politicamente, deve renderne conto in prima persona, considerando inoltre che Panzironi è rimasto attaccato alla sua poltrona  anche dopo Parentopoli. E non può averlo fatto senza il pieno appoggio di Alemanno".

Ancora più duri i commenti del Consigliere Comunale Athos De Luca e del presidente regionale dei Verdi Nando Bonessio. De Luca ha affermato: “L’atto della magistratura conferma quanto da noi più volte denunciato: una gestione allegra e personalistica che ha trascinato l’azienda in una grave crisi, con il silenzio di questa amministrazione.” Sulla stessa lunghezza d’onda Bonessio: “Presidente Ama rassegni subito dimissioni. Fallimento gestione Alemanno ormai evidente"