Rifiuti, quel piano che non va

0
65

 

Il piano dei rifiuti, approvato dalla giunta regionale, «non è sufficiente ad assicurare il rispetto degli obblighi di diritto dell'Unione Europea gravanti sull'Italia». A dirlo sono i radicali del gruppo consiliare Lista Bonino Pannella – Federalisti europei della Regione Lazio. Si tratta di un piano che «non consente di individuare i luoghi adatti allo smaltimento dei rifiuti, in particolare quelli pericolosi».

In una conferenza stampa sono stati illustrati i punti critici del piano rifiuti della Polverini. Presenti Giuseppe Rossovita, Rocco Berardo, Massimiliano Iervolino e il segretario dei Radicali italiani Mario Staderini. Il piano, secondo gli astanti, ne contiene due, entrambi sbagliati: il primo fissa come obiettivo al 2011 il raggiungimento del 60% di raccolta differenziata, il secondo nasce dall'ipotesi di avere negli anni una crescita inerziale sia di produzione dei rifiuti che di percentuale di raccolta differenziata.

L'uno è irrealizzabile, l'altro non in grado di individuare i luoghi adatti allo smaltimento dei rifiuti. Innanzitutto il livello di raccolta differenziata al 60% è puramente velleitario. Infatti, se le percentuali di riciclo nel 2008, riportate dal testo della Giunta, sono per tutta la regione del 15%, per Roma del 16%, per Frosinone del 6%, solo per citarne alcune, come si può pensare di raggiungere il livello del 60% nel 2011? Lo scenario di controllo invece prevede la costruzione di impianti di termovalorizzazione e di trattamento meccanico biologico entro il 2014, senza fare cenno a dove andranno a finire i rifiuti nel frattempo.

Uno scenario «appositamente lacunoso», dicono i radicali, visto che l'unica soluzione praticabile è quella di Malagrotta, discarica che viola le direttive europee. E ancora nel piano non si fa nessun riferimento alla problematica economica che impedisce ai comuni di ricorrere alla differenziata. Per quanto riguarda Roma poi, i radicali denunciano la politica di Alemanno che ha svenduto la salute dei cittadini, non occupandosi della differenziata che resta ferma al 20%. A tutto ciò i radicali contrappongono la loro proposta di legge, improntata alla visione del rifiuto come risorsa e alla responsabilizzazione del cittadino. Una pro- posta che prevede incentivi economici per ottenere il massimo del riuso dei rifiuti urbani.

 

Francesca D'Amico

È SUCCESSO OGGI...

Roma, tentato colpo in un centro sportivo: recuperate mazze da golf

Si sono introdotti in un centro sportivo in zona Tor di Quinto e hanno rubato numerose mazze da golf ma, quando si stavano allontanando, sicuri ormai di averla fatta franca, sono stati bloccati dai...
regione lazio

Regione Lazio, ok Standard&Poor. Zingaretti: «Ce l’abbiamo fatta»

Conferma di Standard&Poor`s sui conti in ordine @RegioneLazio è altra buona notizia per il Lazio. Sembrava impossibile, ce l`abbiamo fatta. Lo scrive sul suo profilo Twitter il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.   "La conferma...
droga, marijuana

Castel Madama, scoperta serra di marijuana in abitazione: preso un giovane

Ieri pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Vicovaro in collaborazione con i Carabinieri della Stazione Castel Madama hanno arrestato un 32enne, residente nel comune di Castel Madama, per coltivazione di marijuana. Nella sua abitazione, l’uomo aveva...
Sequestro-Polizia ladispoli

Roma, banda di ladri arrestata dalla polizia: recuperati trolley e arnesi

Due camere piene di valigie, borse, trolley e arnesi provento di furti. E’ quanto scoperto all’interno di un appartamento in via Ostiense dalla Polizia di Stato . A permettere, agli agenti del commissariato Celio l’arresto di...

Di Serio-Curcio, nuovo incontro con questore su Esquilino

"Ieri sera, insieme alle tante energie positive del rione Esquilino, abbiamo incontrato il questore Guido Marino per il secondo di una serie di incontri finalizzati a focalizzare ed affrontare le questioni di sicurezza del...