Aurigemma getta acqua sul fuoco dei tassametri

0
21

Non c'è trucco e non c'è inganno: nessun tassametro dei taxi romani è stato ritoccato in vista dell'aumento delle tariffe bloccato giovedì dal Tar. «E' una notizia assolutamente falsa», annuncia sdegnato l'assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma, che aggiunge: «A oggi nessuna comunicazione di adeguamento è pervenuta al VII Dipartimento, anzi gli uffici hanno immediatamente provveduto nella giornata di ieri a comunicare alle officine autorizzate ed al G.I.T. l'ordinanza del Tar che sospendeva l'adeguamento delle tariffe. Approfitto, invece, per rinnovare l'invito a evitare sterili polemiche e a sedersi tutti attorno a un tavolo per uscire da un clima polemico che non serve a nessuno, men che meno ai cittadini romani».

Se queste affermazioni bastano a tacitare l'opposizione capitolina che aveva avanzato dubbi in proposito, resta il fatto che il Campidoglio, come dimostrato dal Corriere, aveva esercitato un pressing sulle officine per l'adeguamento dei tassametri pur sapendo dell'imminente decisione del Tribunale Amministrativo, con il rischio di creare confusione, naturalmente a danno dei consumatori.

Ma si sa, quando si tratta dei tassisti, di quella categoria che tanto ha contribuito alla vittoria elettorale del sindaco, l'Amministrazione diviene improvvisamente rapida ed efficiente. Oggi accusa il colpo e invita opposizione e consumatori a condividere le decisioni, ma non ci poteva pensare prima?