Consiglio regionale, il ritorno di Del Balzo

0
28

Ieri in un’intervista al corriere della sera, il consigliere regionale Mario Di Carlo, in un contesto più ampio che riguardava la generale inattività delle Commissioni consiliari, ha parlato in maniera specifica della Commissione Lavori pubblici e Politica della Casa presieduta da Romolo Del Balzo. Il consigliere PDL eletto nella circoscrizione di latina, il 25 ottobre è stato arrestato nel corso di una inchiesta che riguarda appalti nel comune di Minturno, paese nel quale Del Balzo è potente, nonchè presidente del Consiglio Comunale.

Dopo quasi 2 mesi agli arresti trascorsi in una clinica, il 16 dicembre è ritornato in liberta. Si è rifatto vivo in Consiglio Regionale in occasione dell’approvazione del bilancio ed il primo a salutarlo è stato proprio l’ex presidente Francesco Storace. L’ultima convocazione della VIII commissione della quale si ha notizia, risale al 21 dicembre poi più nulla. Nel frattempo, come ricordava ieri di Carlo sul Corsera, tutti gli altri membri della Commissione si sono dimessi nella speranza di azzerare l’intera commissione e ripartire da zero, ma Del Balzo a dimettersi non ci pensa proprio.

Due giorni fa ha presieduto il Consiglio Comunale di Minturno chiarendo che “il popolo mi ha eletto” e quindi niente dimissioni. In Consiglio Regionale la musica non è diversa. Pare che il Del Balzo pensiero sia più o meno questo : la questione è politica. quindi ne devo parlare direttamente con la Polverini. Per quanto riguarda la presidenza della commissione non solo non lascio, ma provo a raddoppiare, magari con un incarico più prestigioso.  

Nel frattempo la Commissione non si riunisce, nonostante abbia assegnate 6 proposte di legge. Il presidente continua a percepire l’indennità di circa 900 euro che è un importo che, da solo, farebbe la gioia del 50 % delle famiglie laziali