Taxi, dopo un anno arrivano gli aumenti

0
37

"La Commissione di congruita' ha finito oggi il suo lavoro e questo pomeriggio ci ha ufficialmente consegnato la relazione dichiarando le nuove tariffe taxi congrue". Lo ha dichiarato nel pomeriggio di lunedì 24 il neo assessore alle Politiche della Mobilita' di Roma Capitale, Antonello Aurigemma. 

In arrivo dunque a Roma un aumento delle tariffe dei taxi, dopo un anno di attesa. La Commissione di congruità ha concluso oggi i lavori e le nuove tariffe taxi entreranno in vigore dopo l'approvazione dalla Giunta, probabilmente mercoledì prossimo "non appena saranno espletate tutte le procedure necessarie al corretto funzionamento dei tassametri e alla dovuta comunicazione per l'utenza". 

Le tariffe erano già state votate da una delibera nel luglio del 2010 e sono state poi sottoposte al vaglio di una commissione di 4 tecnici. "Ora – continua l'assessore Aurigemma – verranno avviate tutte le procedure per consentire la loro applicazione nella massima trasparenza. La stessa trasparenza con la quale il nuovo regolamento è stato portato, per la prima volta, in Assemblea e per la quale è stata istituita la Commissione di congruità", circa due mesi fa.

I nuovi prezzi delle corse, ritenuti congrui dai 4 "saggi", passeranno da 0,92 a 1,42 euro a chilometro per i primi 5 km, saliranno a 5 euro in più per rggiungere gli aeroporti (45 euro per Fiumicino, dunque) e vedranno la "nascita" di due due nuove tariffe fisse di 25 e 30 euro per la Fiera e il Castello della Magliana, oltre all'abolizione della tariffa 2 extraurbana.

L'ulteriore passaggio in giunta comunale concluderà il percorso e renderà esecutivo il nuovo regolamento taxi. E' previsto un inasprimento delle attuali sanzioni per chi non rispetta le regole, con la sospensione in alcuni casi e la revoca della licenza, e ci sono novità anche riguardo l'attenzione al cliente, la cortesia e il decoro degli operatori. Soddisfatti i 7.500 tassisti romani, oggi in grande attesa del "verdetto", molto meno i cittadini e le associazioni dei consumatori, per i prezzi troppo alti e una decisione presa forse con troppa rapidità. (5web)