Parodi Delfino, via il punto nascita

0
21

 La pentola si è rovesciata addosso ad Anagni». Così il deputato del Pd Renzo Carella ha commentato le prime notizie provenienti dal tavolo interministeriale dove ieri è stato presentato il piano di rientro della sanità della Regione Lazio. Una vittoria per l\’intero Consiglio comunale che una settimana fa, su sollecitazione del gruppo facente capo all\’opposizione, aveva inviato l\’ennesima richiesta di incontro alla presidente Polverini. 

Di fatto si è trattato della vittoria della provincia di Roma a discapito di quella di Rieti e Frosinone che perdono una decina di presidi. Colleferro ha vinto la battaglia contro Anagni dove chiuderà il nosocomio locale. Da una prima lettura, il Parodi Delfino godrà di servizi aggiuntivi nel reparto di cardiologia ma il punto parto è destinato a essere eliminato. Colleferro è considerato nel piano come un\’eccezione insieme a Civita Castellana, Frascati e Pomezia «per i quali la rete perinatale non prevede il punto parto non essendo garantiti almeno 500 parti/anno» – si legge nel piano. Su tale questione l\’opposizione consiliare ha annunciato già battaglia. «C\’era stato detto che veniva mantenuta l\’integrità di tutti i reparti – dice Carella – E così dovrà essere. Mercoledì ne discuteremo con la Polverini».