Velletri, ospedale verso la chiusura? I lavoratori organizzano assemblea

0
25

 Le nubi che aleggiano sulle sorti dell’ospedale “Paolo Colombo” si fanno ogni giorno più nere. A fronte di chiusure di reparti e carenze nei posti, c’è pure chi paventa il rischio di una possibile chiusura. Un epilogo che avrebbe del clamoroso, in un’area, quella dei Castelli Romani, in drammatica apnea, dinanzi alle aspettative di un Policlinico che appare ormai come un miraggio e di ospedali che ogni anno subiscono forzati ridimensionamenti. E’ con lo spirito moggio di chi vede il proprio futuro lavorativo a rischio, ma anche con la determinazione di chi vuole salvare il territorio da uno scempio che lo priverebbe di una struttura di fondamentale importanza, che i lavoratori del nosocomio veliterno si ritroveranno in assemblea nella mattinata di venerdì 1 ottobre. Alla stessa sono stati invitati anche il sindaco Servadio e i consiglieri comunali. Il momento è di quelli delicati e la speranza dei veliterni è che anche la politica, di ogni ordine e grado, sappia far quadrato in difesa della salute dei cittadini. A pesare è soprattutto la riduzione dell’organico, sia medico che infermieristico, visto il blocco del turn-over delle assunzioni, decretato dalla Regione Lazio, almeno fino al 31 dicembre. Anche a Velletri i “camici bianchi” dicono “no” alla manovra finanziaria, alla diminuzione dei posti letto e ad un pronto soccorso che si è ormai trasformato in un reparto dove molti malati attendono anche tre o quattro giorni su delle lettighe in attesa di un ricovero.

 

                                                                                                          Daniel Lestini