Monte Compatri, due giovani romene “liberate” dagli aguzzini che le costringevano a prostituirsi

0
27

 I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati hanno portato a termine un’attività investigativa di contrasto allo sfruttamento della prostituzione: a Montecompatri, infatti, sono stati arrestati due cittadini romeni per induzione e sfruttamento della prostituzione nei confronti di due connazionali giovanissime, una 18enne e una 21enne.

In un’abitazione del centro storico, i carabinieri hanno arrestato i due soggetti che inducevano alla prostituzione e sfruttavano due loro connazionali di 18 e 21 anni. I militari hanno rinvenuto e sequestrato presso l’abitazione, oltre a numerosi pacchi di profilattici e test di gravidanza, la cifra di oltre 1.400 euro, ritenuta provento dell’attività di prostituzione che le due ragazze esercitavano a Rocca Priora, in località Pratoni del Vivaro. Le ragazze “liberate” dai loro aguzzini sono state messe in contatto con i centri antiviolenza per le donne della Capitale, mentre i due romeni arrestati sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della caserma in attesa del giudizio direttissimo di oggi nel quale dovranno rispondere delle accuse di induzione e sfruttamento della prostituzione. Proseguono le attività di indagine di Carabinieri indirizzate ad individuare altri complici degli arrestati e i controlli sulle ragazze che si prostituiscono alle quali vengono elevate sanzioni amministrative.