Genzano, azienda di droga a conduzione familiare

0
26

 E\’ stata smantellata dalla squadra di polizia giudiziaria del Commissariato diretto dal vice questore aggiunto Antonio Masala una fiorente attività clandestina a carattere familiare avviata da due coniugi, B.A. 50enne pregiudicato e piastrellista, e da P.A. 42enne operante nel settore della refezione.

I due, all\’interno della loro proprietà nelle campagne circostanti la cittadina approfittando dell\’estensione del loro terreno, avevano avviato l\’attività di coltivazione di piante di marijuana che una volta cresciute e ritenute idonee per l\’uso in traffici illeciti, venivano raccolte e lavorate all\’interno dell\’annesso locale cantina.

Qui le piante venivano sistemate per l\’essiccazione e successivamente le foglie venivano tritate, preparate in dosi e confezionate per la vendita. Il laboratorio clandestino era munito di tutta la strumentazione necessaria
a tale finalità: pellicole trasparenti, barattoli in vetro, buste di cellophane, coltellini, bilancini elettronici di precisione, liquidi per la miscelazione, pentolini ed alambicchi. Inoltre, nel corso della perquisizione i poliziotti del Commissariato di Genzano hanno trovato e sottoposto a sequestro quantitativi industriali di fertilizzanti e prodotti chimici ed organici provenienti dall’Olanda la cui destinazione è quella di favorire la germogliazione delle piantagioni, la cui vendita e distribuzione sono severamente regolamentate fuori dalla sfera operativa del privato. In una serra artigianale sono state estirpate e sequestrate quasi cinquanta piante di marijuana in fase di crescita; ben nascosti in un box, inoltre, gli agenti di Polizia del Commissariato hanno trovato dosi di hashish confezionate e pronte per lo spaccio e semi di marijuana.

In una cassaforte i due coniugi custodivano un\’ingente somma in danaro contante in banconote di vario taglio, provento dell\’illecita attività intrapresa dai due che sono stati arrestati, in concorso tra loro, per coltivazione, produzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Stamattina verranno sottoposti a rito direttissimo che si terrà presso le aule giudiziarie del tribunale di Velletri.