Calcio/ Serie D Play off Il Pomezia tenta l’assalto in terra veneta

0
49

 Per il Pomezia Calcio scatta l’appuntamento con la fase nazionale. Archiviata la prima parte dei play off con  le due vittorie contro Sanluri e Selargius l’undici di mister Lanza si presenta all’avvio del triangolare nazionale impegnato sul campo dell’Union Quinto. Un match da affrontare con la massima attenzione quello che si presenta di fronte a Macciocca e compagni. Sconfitto nella gara inaugurale dal Castel Rigone, l’undici veneto è condannato alla vittoria per mantenere ancora vive le speranze per la qualificazione alla fase successiva, che mette in palio i posti per la promozione in Seconda Divisione.  

Per i pometini le difficoltà principali arrivano da una formazione ridotta all’osso da squalifiche e infortuni. Non saranno infatti a disposizione di mister Lanza giocatori di sicuro talento come Mastromattei, Proietti, Marano e Meacci, che sconteranno la giornata di squalifica rimediata nel match contro il Selargius, e gli infortunati Campione e Costantini. Pedine difficili da sostituire nello scacchiere rossoblu, ma come ci ha confermato nei giorni scorsi il direttore sportivo del Pomezia Claudio Tanzi, la squadra si presenta a questo appuntamento consapevole di avere le qualità per giocare alla pari contro Castel Rigone e Quinto e cercare il passaggio per la semifinale. 

«Ci presentiamo sul campo di Quinto convinti di avere tutti i mezzi per fare la nostra partita – ha commentato nei giorni scorsi il ds rossoblu Tanzi -. Da quello che abbiamo potuto vedere quella veneta è una squadra ben preparata, che come noi è capace di giocare un ottimo calcio. Affrontarla senza dei giocatori chiave come Mastromattei, Proietti, Marano e Meacci, oltre che quella di Costantini, infortunato da mesi, non sarà certamente facile, anche se mister Lanza ha a disposizione una rosa di giocatori assai validi, capaci di sostituirli al meglio. Aver riposato per dieci giorni – continua Tanzi – può favorirci. Abbiamo infatti avuto il tempo di recuperare alcuni elementi che non erano al meglio. Per come la vedo io, molto sarà deciso dalla condizione fisica dei ragazzi che scenderanno in campo. Se la squadra è in salute e riesce a mettere in pratica gli schemi preparati dal mister sono convinto che ha la possibilità di fare risultato e giocarsi il tutto per tutto domenica prossima contro il Castel Rigone».


                                                                                                               Paolo Pizzi