Il sogno è realtà: M. Roma in A1

0
25

 Dopo due anni di A2 la M. Roma Volley torna nella massima serie e lo fa alla grande, sbancando il PalaBertoni di Crema, dove soltanto una squadra aveva vinto quest’anno, in gara 2 della finale promozione. Ai ragazzi di Giani non occorrerà neppure l’insidiosa gara 3, grazie al successo di mercoledì sera per 3-2 (19-25, 25-21, 25-27, 25-19, 15-12). I due allenatori confermano i sestetti di gara 1. Nel primo set Crema forza il servizio e mette in difficoltà la ricezione romana. Il muro dei padroni di casa lavora bene e la formazione cremasca riesce a raggiungere un buon margine di vantaggio. Dopo il secondo time out tecnico, il turno in battuta di Portuondo ricuce lo strappo, ma nel punto a punto finale è Crema ad avere nettamente la meglio. Nel secondo set Crema commette qualche errore in battuta e anche in attacco non è precisa come nel parziale precedente. Roma ne approfitta e, recuperando pure diversi palloni in difesa, conquista un vantaggio che arriva anche a sei punti. Il muro finale di Yosifov rimette le squadre in parità. 

Il terzo set è equilibrato ma non bellissimo. Roma riesce a portarsi avanti di tre punti, ma sul 22-20 Postiglioni manda in rete la battuta. A quel punto Crema recupera e si va ai vantaggi, dove la formazione di casa ci mette maggiore cattiveria, conquistando il set. Roma parte più convinta nel quarto parziale. Si capisce subito che gli uomini di Giani vogliono almeno portare il match al tie break. I neroverdi forzano in battuta e ottengono buoni risultati. Appena Monti, coach di casa, si accorge che il set è praticamente perso, fa riposare il palleggiatore Baranowicz e al suo posto entra Mazzonelli. Roma continua a giocare bene e si aggiudica agevolmente il quarto parziale. Il quinto set è molto emozionante. Le squadre partono in maniera equilibrata. Crema non riesce a fare la differenza al servizio, perché la ricezione di Roma tiene bene. Paolucci si affida al suo opposto e Poey risponde da campione. La formazione di Giani riesce a rosicchiare un discreto vantaggio che con un fluido cambio palla riesce a conservare, aggiudicandosi il match.

Raggiante Andrea Giani: «Abbiamo dimostrato di avere carattere. Ho già detto e ora lo ridico, che questa squadra mi assomiglia molto per carattere. E’ stata una stagione positiva, con due obiettivi su due raggiunti».