In fuga d’amore con una tredicenne

0
19

 Era sfuggito più volte alla cattura. Ieri l’epilogo di una vicenda che aveva preoccupato non poco genitori e parenti di una ragazzina di 13 anni, di origini albanesi, che aveva intrapreso una relazione sentimentale con un cittadino bosniaco di 40 anni. L’indagine è iniziata quattro mesi fa, alla presentazione della prima denuncia proprio da parte dei genitori.

Dopo una serie di indagini, i carabinieri erano riusciti a rintracciare la minorenne in un casolare abbandonato nelle campagne di Rocca Priora. Le indagini dei militari hanno consentito di appurare che tra la minore e l’uomo vi era una relazione sentimentale. L’uomo, avvertite le sue responsabilità penali, si era reso irreperibile e anche la giovane minorenne era scappata nuovamente di casa per ricongiungersi con lui.

Il Tribunale di Velletri, sulla scorta delle risultanze investigative conseguite dai Carabinieri della Stazione di Valmontone, ha emesso così un ordine di custodia cautelare nei confronti del bosniaco. Sfuggito alla cattura tre volte, è stato rintracciato nella tarda serata di ieri alla periferia a sud di Roma, nei pressi di un campo nomadi.

In uno degli inseguimenti, alla vista dei carabinieri, l’uomo era fuggito dalla finestra di un appartamento nel centro storico di Valmontone. In quell’occasione, era stato così arrestato un 58enne del posto per aver favorito la fuga del ricercato.

Da ieri il bosniaco si trova nel carcere di Velletri con l’accusa di atti sessuali su una minore.