Albano, Alemanno: avanti con il termovalorizzatore

0
157

 Il termovalorizzatore di Albano Laziale sarà portato a termine. Parola di Gianni Alemanno, che dal Giappone, dove è in visita, riporta al centro del dibattito il destino dell\’impianto di smaltimento rifiuti che dovrebbe sorgere nella città castellana. «Abbiamo visto – ha spiegato Alemanno riferendosi alla visita del centro smaltimento a Tokio – come in qualche modo la tecnologia della gassificazione sia l\’evoluzione rispetto all\’impianto di Malagrotta, che nel nostro caso sarà quello di Albano. E\’ una tecnologia effettivamente efficiente e che permette di affrontare in maniera significativa tutte le realtà relative allo smaltimento dei rifiuti. Tra l\’altro questa visita ci ha permesso di manifestare tutte le nostre perplessità su uno degli ultimi atti dell\’allora vice presidente della giunta regionale, Esterino Montino, che ha scritto una lettera bloccando Albano, a cui si è accodato anche il presidente della Provincia Nicola Zingaretti». Una netta presa di distanza dalle prudenti posizioni del Pd provinciale e regionale che più di una volta si erano  espressi in maniera quanto meno attenta sulla realizzazione del gassificatore. «Non siamo stati noi a scegliere il sito di Albano – ha puntualizzato il primo cittadino romano – ma crediamo che sia un impianto da portare a termine e da questa visita di oggi abbiamo tratto una ulteriore convinzione che può essere uno strumento estremamente importante». Il sindaco spiega poi che l\’inceneritore contribuirà a chiudere la discarica di Malagrotta, «anche se oggi non siamo ancora in grado di dire quando avverrà». Sulla questione, ha precisato Alemanno «dobbiamo confrontarci con la Regione e riformulare completamente il piano rifiuti che è totalmente campato in aria. Dobbiamo portare la raccolta differenziata ad un dato realistico se pur ambizioso, perché raggiungere il 35% e mantenerlo, vuol dire raggiungere gli standard più alti delle capitali europee».

Sulla questione è intervenuto il consigliere regionale uscente del centrodestra Donato Robilotta, che apprezza la presa di posizione di Alemanno. In particolare si dice «soddisfatto» che il sindaco di Roma «ritenga indispensabile l’impianto di Albano, che sarà un gassificatore come quello già in funzione a Malagrotta, perchè per la sua autorizzazione mi sono battuto per due anni in Consiglio Regionale, quasi in solitudine insieme al collega Di Carlo». «Su Albano – ha detto Robilotta – ci ho messo la faccia e la presa di posizione odierna di Alemanno mi ripaga anche degli scontri avuti con gli amministratori locali del PdL che pensando di vincere le elezioni hanno inseguito Montino e i dirigenti del Pd nel dire che Albano andava bloccato». Ogni riferimento all\’ex sindaco di Albano Marco Mattei non è affatto casuale.

 

                                                                        Cinque

 

È SUCCESSO OGGI...

Ciampino, un’estate di fuoco: emergenza incendi boschivi

L'estate 2017 è stata finora la più impegnativa​, ​da​ molti anni a questa parte​,​ nella regione Lazio e nella provincia di Roma per quanto riguarda il fenomeno degli incendi boschivi, tanto da far emanare dalla Prefettura...

Business Open Fiber Acea, benedetto dal Governo per la banda larga a Roma

Mentre si va disvelando il mistero delle ferie di Virginia Raggi e le opposizioni scelgono le più o meno meritate vacanze agostane, i grillini vanno soggetti a una graduale mutazione genetica da partito lotta...

Maxi Operazione sul litorale romano: 4 arresti e 700 gr di droga sequestrata

A conclusione di un lungo servizio di osservazione e pedinamento scattato sulle spiagge di Torvaianica, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Pomezia e delle Stazioni Carabinieri di Torvaianica e di...

Ladispoli, divieto di uso dell’acqua potabile in due frazioni

L’amministrazione del sindaco Grando informa i cittadini che è stata emessa ordinanza di divieto di consumo per uso alimentare dell’acqua a Monteroni e Marina di San Nicola. Nella frazione di Monteroni l’analisi chimica ha rilevato...

Canile Villa Andreina incustodito mentre un incendio lambisce le gabbie degli animali

Acilia, domenica ore 13, villa Andreina canile privato convenzionato col Comune di Roma dal mese di giugno 2014, recentemente ha anche ottenuto una proroga. I cani reclusi nella struttura, rigorosamente chiusa al pubblico, sono circa 70 di cui 6 recentemente trasferiti da Muratella oltre...