Mori verso il ballottaggio contro Conti: oggi la chiusura della sua campagna elettorale con Zingaretti

0
29

 «Abbiamo grande fiducia verso l\’ultimo sforzo elettorale che ci attende». Gabriele Mori, candidato di Pd, Idv, Rifondazione e Lista Popolari per Mori, ha ormai iniziato il conto alla rovescia in vista dello "scontro frontale" con il candidato del centrodestra Sergio Conti. Oggi l\’esponente del Pd chiuderà la sua campagna elettorale con un incontro in piazza Cavour alle ore 17 in cui sono annunciate le presenze del presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, del segretario regionale del Pd, Alessandro Mazzoli, e di altri esponenti di spicco come Astorre e Ponzo oltre a sindaci del territorio circostante. «Un forte astensionismo? Io sono fiducioso che questo non accada – dice Mori – anche perchè credo che i cittadini di Grottaferrata vogliano affidare il governo della città a persone che successivamente rispondano alle loro esigenze. Il ballottaggio con Conti? Era probabilmente il risultato che ci aspettavamo anche se va riconosciuto un grande merito a Marco Bosso che ha avuto una grande tenuta in termini di voti ed è arrivato vicino a raggiungere il ballottaggio. Incontri con lui? Sì, ce n\’è stato uno, ma non per proporre accordi, semplicemente per presentare il nostro programma sul quale si vede una compatibilità piuttosto vasta con le loro posizioni». Una considerazione Mori la offre anche su altre due coalizioni. «Non abbiamo avuto apparentamenti ufficiali – sottolinea -, ma con Sinistra Ecologia e Libertà ci sono evidenti punti di contatto come per esempio sul riassetto del verde e il decentramento amministrativo. Lo stesso discorso si può fare a grandi linee con la lista civica del "Griniglio": il sottoscritto ha con loro la medesima provenienza politica». Un\’ultima considerazione sui dati che sono stati determinati dal primo turno, in special modo sul fatto che il Partito Democratico si è confermato al primo posto nella "speciale graduatoria" dei singoli partiti. «A Grottaferrata il Pd è storicamente un partito importante – commenta Mori – perché composto da un\’anima cattolica e da una socialista che in questa cittadina hanno sempre ottenuto molti consensi. Chiaramente la lotta non sarà semplice, probabilmente ci sarà una situazione di equilibrio tra me e il candidato Conti, anche per questo è importante che ogni singolo cittadino esprima la propria preferenza».