Nettuno, la casa di riposo Tosi verso la gestione privata

0
57

 Archiviata con un nulla di fatto la seduta di martedì scorso del Consiglio comunale di Nettuno, richiesta in via straordinaria dal presidente Nicola Burrini per discutere del destino della casa di riposo Tosi. Nello specifico, è stata cassata senza appello la mozione presentata dal capogruppo del Popolo della Libertà, Giuliano Valente, che chiedeva di dare mandato al sindaco Chiavetta affinchè provvedesse al reperimento di fondi pubblici per la gestione diretta della struttura. La proposta di ritorno al passato, evidentemente, non è piaciuta nemmeno ad altri consiglieri di minoranza, che hanno respinto la mozione insieme al Pd e all\’IdV, schierandosi di fatto con le scelte e la politica dell\’Amministrazione, che più volte ha espresso la volontà di affidare la gestione ad onlus, associazioni no profit o istituti privati. «Finora c\’erano stati solo debiti, e nessuna possibiltà di rilancio e di allargamento del servizio per la Tosi», è la posizione della maggioranza, che auspica invece un radicale cambio di strategia per non disperdere denaro pubblico e soprattutto assicurare un futuro senza intoppi a una struttura essenziale per la comunità. L\’Amministrazione ha fatto chiaramente intendere che i fondi per effettuare i necessari lavori di messa a norma ci sarebbero, ma non basterebbero ad assicurare lunga vita alla Tosi, che quindi, al momento, resta ancora chiusa, con gli ospiti che continuano ad essere sistemati in un istituto privato in attesa degli sviluppi della vicenda. Il presidente del Consiglio Nicola Burrini, a fine seduta, ha promesso che verranno accelerati i tempi per la pubblicazione del bando pubblico, al fine di trovare un cliente che soddisfi i requisiti richiesti. Perchè anche agli anziani, a Nettuno, deve essere garantito un futuro sereno.


                                                                                                               Diego Cappelli

È SUCCESSO OGGI...

ladro di biciclette

Ottantenne muore in carcere: addio al ladro di biciclette

Era stato soprannominato il ladro di biciclette perché di due ruote, nel corso della sua vita, ne aveva rubate migliaia. Non per necessità. Né per indole da malfattore. Ma perché affetto da una forma...
videocamera furti borse cellulari alberghi roma

Il trucco per rubare borse e cellulari: videocamera svela come agivano

Operava negli alberghi del centro di Roma. Erano una vera e propria gang latino americana. Rubavano borse e oggetti di valore agli ospiti degli alberghi. E il modus operandi era sempre lo stesso. La...
roma san giovanni farmacia rapina tatuaggio

Rapina farmacia a San Giovanni: tradito da un tatuaggio

I carabinieri della stazione Roma San Giovanni hanno arrestato un romano cinquantenne ritenuto responsabile di aver commesso, lo scorso 8 marzo, una rapina a mano armata in una farmacia di via Corfinio, nel quartiere...
Controlli dei Carabinieri auto notte movida

Movida tossica a Roma: blitz dei carabinieri

Sedici spacciatori arrestati e centinaia di dosi di droga sequestrate. Hashish, marijauana, cocaina, ketamina e MDMA, tra le altre. È il bilancio dell’intensa attività antidroga eseguita dai carabinieri del comando Provinciale di Roma. L'ennesima...
corda impiccato genazzano suicidio

Orrore a Genazzano: si impicca all’albero del suo giardino

Attimi di terrore negli occhi di alcuni passanti. Un uomo, ancora vivo, penzolava impiccato a un albero. Immediatamente hanno chiamato il 112 e, miracolosamente, l'aspirante suicida è stato salvato. Lo scioccante episodio è accaduto...