Tivoli, Vincenzi ufficializza la sua candidatura

0
31


Sarà lui alla fine. L’ex Marco Vincenzi  è il prescelto a correre per il Pd alla poltrona di sindaco a Palazzo San Bernardino. La presentazione ufficiale, come già anticipato, c’è stata sabato mattina presso la sede del Pd tiburtino. Una candidatura in qualche modo annunciata quella dell’ex primo cittadino, attuale assessore provinciale ai Lavori pubblici, incarico che manterrà, è venuto fuori durante la conferenza stampa, anche in caso di elezione “lo abbiamo richiesto al presidente Zingaretti – ha tenuto a sottolineare il segretario provinciale del Pd e  vicepresidente del Consiglio regionale Carlo Lucherini presente all’incontro – in modo che possa continuare a lavorare come ha fatto finora nell’interesse di questo quadrante ed anche per rispettare la volontà popolare che ne fece il primo degli eletti del Pd alle scorse provinciali”. A spiegare il perché della scelta caduta su Vincenzi in apertura è  il segretario comunale del Pd Antonio Picarazzi . “il Partito Democratico mette a disposizione il suo uomo migliore – ha esordito – una candidatura forte per far crescere Tivoli”.  A quello di Picarazzi è seguito l’intervento di Carlo Lucherini che  proprio in questi giorni si appresta a rilanciare la sua candidatura in Regione, “per  lui – ha sottolineato – bisognerebbe coniare lo slogan con Vincenzi  Tivoli va sul sicuro, è un assegno coperto che garantisce stabilità ed un governo forte e duraturo come è stato negli ultimi 10 anni della sua amministrazione,  un sindaco, e lo ha ampiamente dimostrato, capace di risolvere i problemi  e rispondere alle esigenze della comunità”.  E dopo i ringraziamenti di rito a Giuseppe Baisi  “per la dignità ed il disinteresse dimostrato  nei confronti della città“, ha tenuto a sottolineare Lucherini ,  non è mancata qualche battuta nei confronti dei cinque consiglieri dissidenti da poco passati all’Udc  che hanno agito secondo: “una strategia mirata – ha incalzato Lucherini – per fare cadere l’amministrazione della città e portare il Comune al commissariamento per andare al voto tra un anno, nel 2011”. “Stesso programma, stessa squadra e stesso sindaco” ha concluso il segretario provinciale, prima che lo stesso Vincenzi passasse ad illustrare gli obiettivi che  si è prefisso  se eletto. I punti principali del suo programma vertono su: “viabilità e infrastrutture – ha spiegato Vincenzi –  attraverso opere già avviate e da avviare quali i lavori a Ponte Lucano, il raddoppio della Tiburtina tanto per citarne alcune,  ed anche, in fase di progettazione, il collegamento con in casello di Guidonia in via di realizzazione. Poi rilancio della città attraverso il controllo e la manutenzione del decoro urbano, riqualificazione, servizi sociali, politiche del lavoro e dell’occupazione, una maggiore sicurezza nelle periferie con l’utilizzo della polizia locale,  promozione del turismo attraverso il proseguio di iniziative di successo come la collaborazione tra imprenditori del settore turistico  e Comune  per promuovere la città attraverso  il progetto “Tivoli incoming” , ma anche il biglietto unico per visitare le ville, il Festival di Villa Adriana e tutte le rassegne portate avanti fino ad oggi”. In cantiere anche “un maxi parcheggio in piazza Garibaldi con 1000 posti auto attività commerciali – ha spiegato Vincenzi – la fruibilità della Città dello Sport e degli altri impianti in cantiere per i giovani”.  Venerdì mattina saranno presentati ufficialmente i candidati in Consiglio comunale e la coalizione che lo sosterrà, ad oggi l’ex sindaco può già contare sull’appoggio dei Verdi, della Lista Civica Tivoli Rinasce e di Comunisti Italiani, “intanto si sta lavorando alla costituzione di “ Città dei diritti”  – dicono dalla sede del Pd in ultima battuta – un’altra lista civica e comunque le porte della coalizione sono aperte a tutti coloro che approvano il nostro programma”.