Ostia, 87enne chiede aiuto: la badante 35enne vuole fare sesso con lui a tutti i costi

0
69

 Un povero vecchietto residente sul litorale romano, ad Ostia, è stato costretto a chiedere aiuto alle forze dell’ordine. Stavolta non per denunciare ladri in casa o falsi venditori che portavano a compimento delle truffe. Era della sua badante che aveva paura, della donna che quotidianamente lo accudiva forse anche con eccesso di zelo, dal momento che dimostrava per lui un affetto a tal punto forte da spingerla a desiderarlo e a volerci fare l’amore. L’ anziano infatti, quasi 90enne, si è visto piombare addosso la sua badante, che voleva passare con lui un’intera notte di sesso, molto probabilmente spinta dall’eccessivo alcol consumato in casa del suo assistito. L’anziano a quel punto, completamente indifeso davanti alle provocazioni della donna,  ha chiesto aiuto alle forze dell’ordine. Immediatamente gli agenti del Commissariato Lido della Polizia di Stato hanno raggiunto l’abitazione dove viveva l’anziano signore e dove ospitava la sua badante, un appartamento in via dei Romagnoli. Li gli agenti si sono trovati di fronte la donna, di soli 35 anni, tanzanese, visibilmente ubriaca, ed il povero vecchietto di 87 anni a dir poco impaurito. Nonostante la presenza del personale del corpo di polizia, la donna non si rassegnava, e continuava a dire di voler fare l’amore con l’87enne, aggiungendo di lasciarla stare, e continuando a inveire contro di loro, inizialmente con toni più o meno calmi per passare poi ad atteggiamenti più agitati. I poliziotti hanno cercato prima di dissuaderla e poi di fermarla ma la tanzanese, M.L.L., continuava a dimenarsi e a respingere i poliziotti con calci e pugni. Le forze dell’ordine sono comunque riuscite ad avere la meglio sulla donna. Dopo essere stata bloccata, è stata prima portata in commissariato, poi identificata e arrestata. Ora dovrà rispondere alla magistratura dei reati di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.