Albano: Udc, il j’accuse di Vercelloni

0
27

 Non nasconde la rabbia per quella che definisce un comportamento incoerente e, sostanzialmente, disonesto. Cinthia Vercelloni, assessore alla Pubblica istruzione di Albano Laziale, e soprattutto membro del comitato cittadino dell’Udc, esce allo scoperto contro la maggioranza del proprio partito, che negli scorsi giorni aveva formalizzato l’approvazione di un documento politico di sostegno alla candidatura a sindaco di Nicola Marini. «Mi risulta – osserva Vercelloni in una nota – che in sede di ultima riunione di partito ad Albano si fosse concordato di mantenere il silenzio fino a che gli organi provinciali e regionali  non avessero preso una decisione definitiva. Prendo invece atto dai giornali che il giorno dopo la riunione, alcuni esponenti del partito hanno rilasciato dichiarazioni che a tutt’oggi non rispondono al vero». Vercelloni, che non ha mai nascosto la volontà di appoggiare Marco Silvestroni nella corsa per Palazzo Savelli, si riferisce alle parole del compagno di partito Maurizio Sannibale, che martedì aveva reso pubblico il documento pro Marini votato dal comitato a larga maggioranza. «Proprio in nome di quella dignità vantata dagli stessi a mezzo stampa – prosegue l\’assessore nel comunicato – sarebbe stato opportuno non partecipare alle riunione organizzata dalla coalizione di centrosinistra e rilasciare a nome di un gruppo dichiarazioni del tutto personali». Parole dirette soprattutto nei confronti di Luca Andreassi. «A lui – va giù duro l\’assessore – consiglio di riflettere seriamente sul concetto di coerenza prima ancora che su quello di dignità».

Il rebus Udc, a ormai quattro giorni dalla dichiarazione di sostegno a favore di Nicola Marini, non può dirsi ancora risolto. Per ufficializzare l\’entrata della lista nella coalizione guidata da Marini manca infatti il via libera del segretario regionale Luciano Ciocchetti, in evidente difficoltà a gestire una partita politica che potrebbe vedere i centristi cittadini fare campagna contro il centrodestra e, di riflesso, contro la candidata alla Regione Renata Polverini, di cui lo stesso Ciocchetti è fedele alleato e probabile numero due in caso di vittoria contro la Bonino. Marco Silvestroni spera ancora in un rovesciamento di fronte: «Siamo in attesa che l\’Udc locale trovi un accordo con il regionale», spiega a "Cinque Giorni". Intanto già nelle prossime ore i centristi di Albano dovrebbero avere un confronto con la dirigenza provinciale del partito e con i responsabili del Partito Democratico. In attesa di una parola definitiva del segretario regionale sull\’happy end di una telenovela che comincia ad annoiare.      

                                                                                                             chp